Home MusicaNewsRenato Zero: le mie canzoni dell’estate, le mie ispirazioni

Renato Zero: le mie canzoni dell’estate, le mie ispirazioni

Nella nostra intervista, l'artista ci racconta quali sono i brani di questa stagione ai quali è più legato

28 Giugno 2016 | 17:24 di Alessandro Alicandri

Pubblichiamo oggi un piccolo ricordo (molto bello) del nostro incontro con il grande Renato Zero ai Wind Music Awards. Gli abbiamo chiesto anche un suo ricordo dell'estate, personale o musicale. Ecco cosa ci ha raccontato. 

«Le occasioni come i Wind Music Awards sono un abbraccio di affetto e partecipazione per noi artisti. Ogni tanto bisogna tornare a annusarsi, a ottenere questo vantaggio della rimpatriata, che vuol dire che abbiamo lavorato tutti per raggiungere i risultati e aiutare anche un pochino il pubblico nei momenti difficili, cercando di strappargli una soddisfazione e un sorriso. Per questo credo che la musica abbia ancora un ruolo molto importante in questo Paese, così come tutta la cultura in generale. Ovviamente io sono sempre un pochino più fan dei giovani, mi auguro che tra loro ci sia un futuro Renato».

Renato Zero all'Arena di Verona, la recensione del concerto

«Io ho sempre prediletto dell'estate come stagione perché offriva degli spunti musicali molto aperti e molto alti, sia melodicamente che di significato. Per cui mi ricordo molto volentieri sapere di "Sapore di sale" di Gino Paoli, "Era d'estate" di Sergio Endrigo "Il nostro concerto" di Umberto Bindi, brani che hanno segnato la nostra partitura italiana, la nostra musica».

Renato Zero \- Il singolo dell'estate 2016