Home MusicaNewsScala: il 7 dicembre su RaiUno la prima con “Madama Butterfly”

Scala: il 7 dicembre su RaiUno la prima con “Madama Butterfly”

L’opera diretta da Riccardo Chailly sarà proposta nella versione originale voluta da Puccini, in diretta anche su RaiUno Hd e Rai Radio3

Foto: Il Teatro alla Scala di Milano  - Credit: © FondazioneLaScala

30 Novembre 2016 | 18:38 di Lorenzo Di Palma

Dopo 40 anni la prima alla Scala di Milano torna in diretta su RaiUno. Il prossimo mercoledì 7 dicembre infatti, a quarant'anni esatti dall'?Otello? di Verdi diretto da Carlos Kleiber per la regia di Franco Zeffirelli - che nel 1976 portò per la prima volta la Prima della Scala in tv - sarà trasmessa in diretta da RaiUno a partire dalle 17.45, la ?Madama Butterfly? diretta da Riccardo Chailly per la regia Alvis Hermanis, con Maria José Siri (Cio-Cio-San), Bryan Hymel (Pinkerton) e Carlos Alvarez (Sharpless), che quest'anno apre la stagione del massimo teatro milanese.

L'opera di Giacomo Puccini, con la regia televisiva di Patrizia Carmine, oltre che RaiUno, sarà disponibile su RaiUno HD (in alta definizione sul canale 501) e su Rai Radio3.

La ?Madama Butterfly? della prima milanese sarà proposta nella versione originale in due atti dell'opera che Puccini scrisse proprio per La Scala di Milano, dove andò in scena il 17 febbraio 1904, prima che situazioni contingenti lo spingessero a modificarla e ad accettare le varianti richieste dal suo editore: ?Sono certo di inchiodare il mio pubblico e di mandarlo via non scontento? scrisse all'epoca il compositore; ?Un modo - ha detto invece il Maestro Chailly - per concedere un riscatto a Puccini, per un fiasco immeritato?.

Dopo la positiva esperienza delle centinaia di migliaia di telespettatori che il 7 dicembre 2015 hanno seguito su Rai5 ?Giovanna d'Arco? di Verdi per l'apertura della scorsa stagione scaligera, anche quest'anno la Rai non ha lesinato mezzi per la ripresa audio e video dello spettacolo, curata dal Centro di Produzione Tv Rai di Milano, con 12 telecamere in alta definizione, 40 microfoni nella buca d'orchestra e in palcoscenico, 20 radiomicrofoni dedicati ai solisti e al coro che serviranno per la trasmissione stereofonica e per la radiocronaca in diretta in onda su Radio3, con audio surround per le sale cinematografiche e con audio HD 5.1 per la tv. E circa 50 persone tra cameraman, microfonisti, tecnici audio e video.

Oltre a trasmettere l'opera, la Rai racconterà anche ciò che accade attorno allo spettacolo con Milly Carlucci e i giornalisti Antonio Di Bella e Serena Scorzoni che condurranno la diretta televisiva incontrando, prima dell'inizio e durante l'intervallo, i protagonisti e gli ospiti presenti, tra i quali il critico musicale Sandro Cappelletto e Cristina Parodi