Home MusicaOne Direction, lo strano caso: primi nelle vendite ma ignorati da quasi tutte le radio italiane

One Direction, lo strano caso: primi nelle vendite ma ignorati da quasi tutte le radio italiane

Che le radio italiane snobbino i One Direction non è una novità. Eppure le loro canzoni escono dalle stesse fabbriche di successi che producono le hit di Rihanna e di altre popstar che non hanno problemi a entrare nelle playlist di casa nostra. Ecco le cifre...

01 Agosto 2013 | 22:20 di Antonio Mustara

Che le radio italiane snobbino i One Direction non è una novità: nelle playlist dei principali network le canzoni di Niall Horan, Zayn Malik, Liam Payne, Harry Styles e Louis Tomlinson si sono sempre affacciate sporadicamente senza mai lasciare il segno. Unica eccezione Kiss Kiss, che dell’attenzione ai fenomeni pop fa da alcuni anni un giusto motivo di vanto. Sì, perché quello dei 1D (presenti nella classifica degli album più venduti del 2012 con ben due dischi) è lo stesso destino delle grandi hit di Justin Bieber, Selena Gomez, Demi Lovato e Miley Cyrus, artisti che sembrano scontare un comune peccato originale, quello di essere amati da milioni di adolescenti in tutto il mondo, Italia compresa.

Eppure le canzoni dei One Direction escono dalle stesse fabbriche di successi che producono le hit di Rihanna, Katy Perry e altre popstar internazionali che non hanno problemi a entrare nelle playlist di casa nostra. «Best Song Ever», il nuovo brano della boy band britannica, inizia come «Baba O’Riley» degli Who, è quasi più rock che pop e non a caso sta per superare il traguardo delle 50 milioni di visualizzazioni su Vevo/YouTube. Su Metacritic, il sito che aggrega le recensioni delle principali testate, i loro due album hanno ottenuto la promozione a pieni voti.

Qui non si vuole giudicare le scelte dei programmatori radiofonici ma dare i numeri di questa sorta di barriera all’entrata che la boy band britannica, come altre star internazionali del pop, continua a incontrare in Italia.

Dopo Kiss Kiss il deserto
Dal 19 luglio, giorno dell’uscita in radio, al 31 luglio, «Best Song Ever» (terzo nella Top Digital Download) è stato il 92° brano più trasmesso in Italia per un totale di 484 passaggi. Solo 45 delle 100 radio monitorate da EarOne lo hanno inserito almeno una volta nelle loro playlist. Sei sono network nazionali (Kiss Kiss, Rtl 102.5, m2o, Radio1, Isoradio, Radio Deejay) ma di questi solo Kiss Kiss lo ha trasmesso regolarmente almeno una volta al giorno mentre Deejay l’ha passata solo il 29 luglio, 10 giorni dopo la sua uscita. Anche m2o e Rtl 102.5 hanno iniziato a trasmetterla pochi giorni fa. L’emittente dove «Best Song Ever» ha trovato la migliore accoglienza in assoluto è la toscana Radio Stop con 49 passaggi.

Un anno al top ma non in radio
Ecco come le prime quattro hit della band (tratte dai loro due album, entrambi nella Top 10 complessiva del 2012) si sono piazzate nella classifica dei più trasmessi lo scorso anno:

301 «Live While We’re Young»
708 «One Thing»
914 «What Makes You Beautiful»
1244 «Little Things».

Gli altri fenomeni snobbati dalle playlist italiane
Infine, questi sono i piazzamenti degli altri fenomeni del pop internazionale nella classifica dei brani più trasmessi dal 1° gennaio al 31 luglio 2013.

176 Justin Bieber – «Beauty And A Beat»
393 Taylor Swift – «I knew You Were Trouble»
425 Miley Cyrus – «We Can’t Stop»
569 Justin Bieber – «All Around The World»
573 Demi Lovato – «Heart Attack»
585 Little Mix – «How Ya Doin’»