Home MusicaPlaylistLa storia dei Blink-182 in cinque video

La storia dei Blink-182 in cinque video

Divertenti, dissacranti, da sempre chiacchierati: la band esplosa negli anni novanta torna con un nuovo disco dal titolo «California». Vi raccontiamo la loro storia

Foto: Blink-182  - Credit: © Getty

30 Giugno 2016 | 12:48 di Eleonora Gasparella

Non si può parlare dei Blink-182 senza chiamare in causa i loro video e la loro iconografia ironica e dirompente, vero marchio di fabbrica della band. Dalla copertina del loro secondo album “Dude Ranch” del 1997, che ritrae il "lato b" di un toro, alla pornostar infermiera sulla cover di “Enema of the State” del 1999, per il trio californiano musica e immagine vanno a braccetto e hanno un legame indissolubile.
Gruppo chiave per il pop punk, amati, ma anche oggetto di critica per la loro anima commerciale che poco si coniuga con il genere nel suo senso più stretto, nel 2016 tornano con un nuovo album e una nuova formazione.

Dopo l’uscita nel 2005 di Tom DeLonge e dopo un lungo periodo di silenzio, Mark Hoppus e Travis Barker sono ora affiancati dal sapiente cantante e chitarrista Matt Skiba (Alkaline Trio) e sembrano aver trovato con lui la chimica perfetta. Il risultato è “California”, che esce a distanza di 5 anni dall’ultimo album e riporta i tre alle sonorità che li hanno fatti conoscere e amare dal pubblico mondiale.

Abbiamo selezionato i 5 video che più caratterizzano la carriera dei Blink-182, quelli più divertenti, più dissacranti e che non potete non aver visto almeno una volta.