Home MusicaE se il gelato di Pupo diventasse un marchio mondiale?

E se il gelato di Pupo diventasse un marchio mondiale?

Il cantante ha aperto con le figlie a Ponticino (Arezzo), «Gelato al cioccolato», un locale che è anche museo della sua carriera. E dall'estero lo reclamano.

Foto: Pupo a Ponticino (Arezzo) nella sua nuova gelateria.  - Credit: © Olycom

29 Giugno 2015 | 15:18 di Franco Bagnasco

Non riesci a tenerlo fermo. Neppure per un istante. Tanto che adesso vuole portare i suoi gelati in tutto il mondo. Come vi abbiamo raccontato l'altro giorno, Pupo in quel di Ponticino (Arezzo) ha aperto una gelateria che si chiama «Gelato al cioccolato» (quello «dolce e un po' salato»), come la sua hit immortale e canticchiatissima datata 1979.

Proprio pensando a questa canzone dal titolo didascalico (per ulteriori informazioni sulla genesi del pezzo chiedere a Cristiano Malgioglio, che ne è coautore), l'uomo di «Su di noi» e «Un amore grande» ne ha fatto anche un museo. Pieno di cimeli della sua carriera (compreso un Tapiro, eloquenti maxi-schermi e foto di mille colleghi) e gestito dalle due figlie. Fra menta, mango e stracciatella, ci si tuffa nel Pupo-mondo. Che ora potrebbe diventare un marchio da esportare, sul modello della catena «Hard Rock Cafè». «Ho depositato il logo ovunque» conferma l'artista «e già mi hanno chiesto di aprire un locale a Mosca, Lugano e Toronto». L'idea è il classico uovo di Colombo ma - proprio per questo - potrebbe funzionare. Il galato in fondo è un classico italiano, come Pupo, e il logo (un semplice cono tricolore e un pentagramma) riporta alla nostra canzone pop, ancora molto amata all'estero. Come dire: se gli americani esportano rock, hamburger, Coca-cola e patatine, noi facciamo diventare franchising mondiale il nostro pop, Pupo e il suo gelato.

L'interprete toscano, che ha una carriera ormai quarantennale, l'11 luglio condurrà su Raiuno «Napoli prima e dopo», in diretta dal Maschio Angioino, e alla fine di agosto la finale del Festival di Castrocaro. In attesa del 2016, quando uscirà con un nuovo album, che conta di portare a Sanremo, con la complicità del suo vecchio amico Carlo Conti. Un disco che poi verrà lanciato a Mosca (dove Enzo Ghinazzi è una leggenda) il 7 aprile 2016.

Sempre sopravviva (ma ne siamo certi) all'abbuffata di gelato di questa estate.