La Carla Fracci di Virginia Raffaele, i momenti migliori

Le battute più divertenti dell'imitazione presentata al Festival di Sanremo. Dalla "conchiglia" al "mazzo di fiori"

11 Febbraio 2016 | 02:53 di Valentina Cesarini

Con l'imitazione dell'attrice Sabrina Ferilli, durante la prima serata del FestivalVirginia Raffaele aveva divertito tutto l'Ariston e il pubblico da casa: ma è con quella della ballerina Carla Fracci, fatta nella seconda serata, che si è davvero superata. Un'imitazione perfetta, chirurgica, sia nel look e nel trucco, che nei gesti. Punto di forza dell'esibizione: il gioco tra l'eleganza altera della ballerina e i momenti di cedimento (battute sul corpo di Conti e Garko, parolacce sottovoce).

Esordisce denigrando con altezzosità il Festival stesso: lo chiama "sagra" e chiama "banda" l'orchestra. Prosegue poi denigrando i fiori che le vengono portati, per ben due volte (Sono questi? Come se avessi accettato, grazie). Ma è quando commenta la "conchiglia" di Carlo Conti e il "corpo di ballo" di Garko, che il personaggio esplode in tutta la sua comicità.

Rivediamo in questa gallery le battute più divertenti. E ricordatevi: la danza è sofferenza.