Home MusicaSanremo«Ecco Sanremo Giovani»: la puntata del 18 dicembre

«Ecco Sanremo Giovani»: la puntata del 18 dicembre

Tutto quello che è successo nella seconda finestra giornaliera sui ragazzi che si sfideranno per due posti al Festival di Sanremo 2019

Foto: La Zero a «Ecco Sanremo Giovani»

19 Dicembre 2018 | 9:56 di Alessandro Alicandri

«Sanremo Giovani» è quasi ai blocchi di partenza. Prima di vedere le serate del 20 e 21 dicembre su Rai1 con i 24 finalisti tra le "Nuove proposte", ecco cos'è successo nella fascia pomeridiana presentata da Luca Barbarossa (con la partecipazione di Andrea Perroni) alle 17.50 su Raiuno. 

In ogni appuntamento di «Ecco Sanremo Giovani» vengono presentati 6 artisti in gara, in quella del 18 dicembre abbiamo avuto modo di conoscere meglio La Zero, Federica Abbate, Cannella, Fosco17, Sisma, Mescalina.

È questo l'antipasto della gara per accaparrarsi due posti tra i «Big» alla presenza di Pippo Baudo e Rovazzi. Il 20 e il 21 dicembre arriverà anche l'atteso annuncio di tutti gli altri concorrenti di Sanremo 2019. 

Vediamo cosa è successo nella seconda puntata del 18 dicembre.

Cannella è di Roma e ha 23 anni, il suo vero nome è Enrico Fiore. «Il mio è un nome d'arte nato recentemente, la cannella si abbina bene sia con il dolce che con il salato. È una metafora che mi si addice». La musica è arrivata nella sua vita grazie a papà che fin da piccolo gli regalava i dischi di Giorgia. Ha cantato il suo brano: «Nei miei ricordi». 

Parlando di sound, viene chiesto ai Mescalina da dove nasce il loro. «Arriva in modo casuale e con il passare del tempo è diventato distintivo» dicono. Mescalina è un acronimo, come racconta il cantante della band, Sika: «L'unica strada che collegava casa nostra allo studio delle prove è l'asse perimetrale Melito Scampia. Aggiungendo le iniziali di Limbo e Napoli, abbiamo dato vita al nome». Hanno cantato «Chiamami amore adesso».

Il nuovo tema è «ispirazione» e su questo viene chiamata Federica Abbate: «Mettersi nei panni di un'altra persona è veramente un viaggio straordinario. Dopo questi quattro anni nei panni degli altri, sentivo il bisogno di esprimermi però in prima persona». Ha cantato dal vivo «Finalmente».

Fosco17 parla del suo nome d'arte che è anche il nome di un suo parente. Canta il suo brano che casualmente si intitola «Dicembre», come il mese in cui gareggia per arrivare a Sanremo 2019. Siamo al giro di boa e si parla di immagine con La Zero. Ha studiato danza classica e ha lavorato anche come attrice. Canta e interpreta «Nina è brava». 

Si parla di strumenti. Viene interpellata per l'occasione la band Sisma. Il loro è un duo di musicisti formato da Arturo Caccavale e Daniele De Santo. Hanno raccontato la loro formazione classica che si è trasformata poi in voglia di fare musica pop (e parecchio contemporanea, dato il pezzo). Hanno cantato «Slow Motion».