Home MusicaSanremo“Ho amato tutto”: spiegazione e significato del brano di Tosca a Sanremo 2020

“Ho amato tutto”: spiegazione e significato del brano di Tosca a Sanremo 2020

Che montagne russe l'amore! Alla fine, e al di là dei dolori quando finisce, se abbiamo amato davvero non c'è pentimento. Ecco la nostra "lettura" della canzone

Foto: Tosca  - Credit: © Iwan Palombi

31 Gennaio 2020 | 16:15 di Alessandro Alicandri

• Il testo di "Ho amato tutto" di Tosca

"Ho amato tutto" è il titolo della canzone di Tosca per Sanremo 2020, ma quelle tre parole (non a caso) vengono cantate solo alla fine del brano. Perché? Perché l'amore è un fatto poetico, se così vogliamo definirlo, ma anche la sua fine può diventarlo, anche quando assomiglia a una tragedia.

Una storia al capolinea è piena di pathos, ricca di emozioni fortissime e talvolta fuori misura: è la resa dei conti, il momento in cui ti rendi conto che la casa che hai costruito con cura non sarà più la tua dimora. In questo modo Tosca affronta senza rimpianti tutto il bene e il male di una relazione, anche la necessità che questa storia finisse.

In fondo se scrivessimo un libro per ogni storia d'amore, in ogni capitolo ci sarebbero errori e trionfi, insuccessi e punti di contatto che sono diventati il motore di quel rapporto. «Perché tu vieni con questo amore tra le mani / E come sempre nei tuoi occhi / La mia casa / Se tu mi chiedi in questa vita cosa ho fatto / Io ti rispondo ho amato / Ho amato tutto».

Il nostro cervello, per autodifesa, prova con tutte le forze ad allontanarci da quel sentimento, ma anche nel dolore, soprattutto nella resa dopo tanto lottare, ci si rende conto che ogni parte di quell'amore aveva un senso e che la somma di ciò che è stato... ci serviva per vivere. Non è facile ammetterlo, ma anche gli amori più difficili sono frutto delle nostre scelte.