Il significato e la spiegazione di “Mai dire mai (la locura)”, la canzone di Willie Peyote a Sanremo 2021

Non ci sono dubbi: questo brano è tra i più ironici (o tra i più polemici) di tutto Sanremo 2021. Ecco la nostra lettura del testo

Willie Peyote  Credit: © Iwan Palombi
26 Febbraio 2021 alle 15:24

Non ci sono dubbi: questo brano è tra i più ironici (o tra i più polemici, dipende dai punti di vista) di tutto Sanremo 2021. Willie Peyote gioca sagace sull'attualità tirando fuori molte questioni, senza mezze misure.

In "Mai dire mai (la locura)" infatti si parla di tutto e di più. Dalla citazione iniziale di “Boris” che ci ambienta subito in un mondo che sembra parodia e invece è realtà, passa poi attraverso molti temi “caldi”: parla dei rapper (e dei trapper) schiavi dei trend, parla dei cantautori che dicono di essere di nuova generazione come se l'It-pop l'avessero inventato loro, parla di personaggi di talento venduti ai brand e anche di una politica che il popolo premia solo se dimostri di essere il peggiore.

Nel testo sono disseminate citazioni nemmeno troppo velate agli artisti dei Sanremo passati. Nomina direttamente il celebre “Le brutte intenzioni” e il “Che succede?” che hanno fatto scoppiare il caso Morgan versus Bugo nel 2020 proprio sul palco del Festival.

La polemica più ricorrente è però verso la chiusura dei teatri e il divieto ai concerti dal vivo, "Riapriamo gli stadi ma non teatri né live / magari faccio due palleggi, mai dire mai”.

Seguici