Home MusicaSanremoThe Kolors a Sanremo 2018: «Abbiamo una musa messicana»

The Kolors a Sanremo 2018: «Abbiamo una musa messicana»

La band presenta al Festival di Sanremo 2018 il brano «Frida (mai, mai, mai)». La storia, le curiosità e la video intervista

30 Gennaio 2018 | 17:00

The Kolors a Sanremo 2018: «Abbiamo una musa messicana»

La band presenta al Festival di Sanremo 2018 il brano «Frida (mai, mai, mai)». La storia, le curiosità e la video intervista

 di Redazione Sorrisi

Foto: The Kolors  - Credit: © Pigi Cipelli

30 Gennaio 2018 | 17:00 di Redazione Sorrisi

The Kolors si sono formati nel 2010 e hanno pubblicato il primo album «I Want» nel 2014. Dopo il grande successo riscosso nel 2015 grazie alla vittoria del talent show «Amici di Maria De Filippi» e grazie al secondo album «Out», il cui singolo «Everytime» ha scalato le classifiche di vendita ed è stato scelto per un noto spot pubblicitario, la band torna a gareggiare in tv partecipando alla 68º edizione del Festival di Sanremo con la canzone «Frida (mai, mai, mai)». Il brano parla dell'importanza di trasformare i momenti negativi della vita in momenti positivi: ecco spiegato il titolo, ispirato alla figura della pittrice messicana Frida Kahlo.

• Il testo di «Frida (mai, mai, mai)» dei The Kolors

La formazione:
Antonio Stash Fiordispino – voce, chitarra, basso, pianoforte, sintetizzatore, percussioni
Daniele Mona – sintetizzatore, talk box, basso, percussioni
Alex Fiordispino – batteria, percussioni

• Tutto sul Festival di Sanremo 2018: le canzoni, i cantanti, i presentatori e gli ospiti

The Kolors a Sanremo

Ma i The Kolors non cantavano solo in inglese? Il trio vincitore di «Amici» nel 2015 ha trovato, dopo molti anni, la canzone giusta per partecipare al primo Festival di Sanremo. «In realtà di brani nella nostra lingua ne ho scritti già altri, forse una decina, alcuni dei quali ben prima che nascessero i The Kolors» spiega il cantante Stash «ma niente ci ha mai convinto quanto “Frida (mai, mai, mai)”». Il brano racconta l’amore come una sfida. «Ogni relazione è un po’ come la vita della pittrice messicana Frida Kahlo: è difficile e richiede caparbietà. Solo così ogni ostacolo viene superato con ottimismo» spiega.

La serenità nell’esprimersi rinunciando all’inglese arriva però da molto più lontano. «Il brano “Assenzio”, nel quale Fedez e J-Ax mi avevano chiesto di collaborare, ha ricevuto un riscontro molto positivo da parte dei nostri fan, volevano persino che la cantassimo ai nostri concerti» svela il cantante. «Una spinta che non potevamo ignorare».

Per ora, non è previsto un album per la band. «Stiamo lavorando a nuova musica, ma aspettiamo di capire cosa accadrà al Festival per decidere quale sarà il nostro prossimo passo».

Venerdì 9 febbraio duetteranno con Tullio De Piscopo ed Enrico Nigiotti.

La curiosità

Sono amici dei Le Vibrazioni: la band ha scoperto e sostenuto i The Kolors all’inizio della carriera. «Sono nati anche loro al locale Le Scimmie di Milano» spiega Stash. «Per noi è come se fossero dei padrini di battesimo».