Home MusicaSanremo“Ringo Starr”: spiegazione e significato del brano dei Pinguini Tattici Nucleari a Sanremo 2020

“Ringo Starr”: spiegazione e significato del brano dei Pinguini Tattici Nucleari a Sanremo 2020

Com'è la vita di un mediano? Essere attori, ma non protagonisti nella vita può essere una sfida difficile. Ecco il brano "riletto" da noi

Foto: Pinguini Tattici Nucleari  - Credit: © Iwan Palombi

29 Gennaio 2020 | 14:18 di Alessandro Alicandri

• Il testo di "Ringo Starr" dei Pinguini Tattici Nucleari

Non bisogna essere i protagonisti di un film da Oscar per essere considerati grandi attori, anche se il mondo non la pensa così. I Pinguini Tattici Nucleari portano "Ringo Starr" a Sanremo 2020 per ricordarci che l'importanza dell'iceberg non è di certo nella sua punta.

Ringo Starr, batterista e cantante dei Beatles, è sempre stato considerato una figura un po' in ombra della band, ma non per questo meno importante. Nel brano vengono citati anche John Lennon e Paul McCartney proprio per creare un confronto tra le star assolute e gli attori non protagonisti della vita.

C'è un po' di frustrazione espressa: vedono le vite dei loro amici seguire percorsi tradizionali, tra figli e grandi progetti, contrapposte al loro arrabbiarsi per non aver indovinato la soluzione della Ghigliottina nel quiz di Raiuno "L'Eredità". C'è un po' di amarezza quando ci si arrende al dato di fatto di non essere Batman e che Robin si è ritrovata di fronte non un supereroe, ma Ted (Ted e Robin sono due protagonisti della serie comedy "How I Met Your Mother”).

Subentra quindi una sorta di serena rassegnazione: «La mia vita non è niente di speciale e forse alla fine c'hai ragione tu / In un mondo di John e di Paul io sono Ringo Starr».