Home MusicaSanremoSanremo 2021 sarà un Festival giovanissimo!

Sanremo 2021 sarà un Festival giovanissimo!

Il conduttore e direttore artistico ha annunciato i Big del Festival ma tra loro ci sono alcuni nomi che forse ancora non conoscete...

Foto: Amadeus  - Credit: © Pigi Cipelli

31 Dicembre 2020 | 8:48 di Francesco Chignola

Il cast di Sanremo 2021 annunciato da Amadeus è uno dei più sorprendenti e coraggiosi della storia del Festival. Perché sono tantissimi, sono giovanissimi, e perché prosegue nel percorso di aderenza al pop contemporaneo già iniziato nella scorsa edizione. E per la presenza massiccia di esordienti: dei 26 brani in gara, ben 13 (e mezzo) saranno interpretati da artisti o gruppi al debutto nella categoria dei Campioni. Noi di Sorrisi ne siamo entusiasti: ci piacciono le novità. Ma alcuni nomi potrebbero suonare estranei al grande pubblico. Per questo abbiamo deciso di dedicare più spazio a loro, che sono già Big pur essendo “sconosciuti”. Orietta Berti, diciamocelo, non ha bisogno di presentazioni.

• Sanremo 2021: le canzoni e i cantanti del 71esimo Festival

L’importanza di chiamarsi Antonio
Iniziamo da Aiello, che come Diodato di nome fa Antonio. È nato a Cosenza e ha già pubblicato un album pieno di canzoni brillanti. Una di queste, “Arsenico”, ha ottenuto un Disco di platino. Poi ci sono Colapesce (vero nome Lorenzo Urciullo) e Dimartino (che, guarda caso, anche lui di nome fa Antonio... e di cognome Di Martino). Sono siciliani, da una decina d’anni incidono dischi e scrivono canzoni ironiche e poetiche. Dal loro incontro è nato un album bellissimo, “I mortali”. Passiamo ai Coma_Cose (si scrive così, con un “trattino basso”): il bresciano Fausto Zanardelli e la friulana Francesca “California” Mesiano fanno coppia anche nella vita. Chi ascolta la radio conoscerà il singolo “Post concerto”, che ha ottenuto il Disco d’oro. Le loro specialità sono le rime e i giochi di parole, dei veri ottovolanti lessicali conditi da sonorità elettroniche.

Pop da tutta Italia
Proseguiamo con gli Extraliscio: sono in tre e sono nati (come si intuisce dal nome) in Romagna sei anni fa con l’idea di “svecchiare” le sonorità del liscio per le nuove generazioni. Sul palco portano Davide Toffolo, cantante del gruppo Tre allegri ragazzi morti e acclamato autore di fumetti. E Fasma ve lo ricordate? L’artista romano allo scorso Festival arrivò terzo tra le Nuove proposte con “Per sentirmi vivo”, un pezzo rap urlato come dentro a un megafono che gli ha regalato un Disco di platino. Viene dalla Capitale anche Fulminacci, all’anagrafe Filippo Uttinacci, cantautore amatissimo dalla critica: il suo esordio “La vita veramente” ha ottenuto l’ambita Targa Tenco. Gio Evan, invece, è pugliese, è un artista poliedrico che alterna l’attività di musicista a quella di poeta e scrittore. Al centro c’è spesso la grande passione per il viaggio.

Due teenager in gara
Poi c’è la più giovane, Madame, ovvero Francesca Galeno, nata in provincia di Vicenza nel 2002. È una rapper, nota per aver inventato (con il suo brano più famoso, “Sciccherie”) un linguaggio bizzarro e innovativo. Ha duettato con Marracash ed Elodie, ha già incassato tre Dischi d’oro e pure i complimenti di Cristiano Ronaldo su Instagram. È giovanissimo anche Random, rapper nato in provincia di Napoli ma cresciuto in Romagna. Si chiama Emanuele Caso (che in inglese si dice... “random”) e ha pubblicato due album, l’ultimo è “Montagne russe”, ma le sue certificazioni ormai si faticano a contare: il singolo “Chiasso”, per dirne una, ha tre Dischi di platino. E chi è La rappresentante di lista? O meglio, chi sono? I fondatori del gruppo sono la viareggina Veronica Lucchesi (che canta) e il palermitano Dario Mangiaracina (che suona e canta). Si chiamano così perché Veronica si era iscritta come scrutinatrice nel referendum del 2011 sul nucleare. In dieci anni di attività hanno fatto quattro album e centinaia di concerti. Infine c’è Guglielmo Bruno alias Willie Peyote: torinese, fa canzoni rap e pop da una quindicina d’anni (ha cinque album al suo attivo) ma il successo è arrivato soprattutto dal 2019 con la hit “La tua futura ex moglie”.

Ed ecco i “famosi”
Ci saranno però anche esordienti sanremesi più noti al pubblico televisivo, come i Maneskin, “vincitori morali” di “X Factor” nel 2017, e Gaia che ha trionfato quest’anno ad “Amici”. Il debuttante d’oro del Festival però sarà Fedez, che al culmine della fama arriva a calcare per la prima volta il palco dell’Ariston, al fianco di Francesca Michielin. E gli altri? Chi segue Sanremo li conosce bene: la regina è la grande Orietta Berti con 12 Festival alle spalle. Senza contare le partecipazioni come Nuove proposte, questa sarà la settima volta da Big per Francesco Renga (vincitore nel 2005), la sesta per Noemi e Arisa (trionfatrice nel 2014), la quinta per Max Gazzè e Annalisa, la quarta per Malika Ayane, la terza per Ermal Meta (primo nel 2018 con Fabrizio Moro), la seconda per Irama, Lo Stato Sociale, Ghemon, Bugo e per la stessa Michielin. Chissà chi vincerà... un “veterano” oppure una “nuova leva”?