Home MusicaAccordo tra Apple e 20.000 etichette indipendenti: ok allo streaming

Accordo tra Apple e 20.000 etichette indipendenti: ok allo streaming

Scoppia la pace tra l'azienda fondata da Steve Jobs e la discografia «indie»: il catalogo del servizio di musica online si amplia ancora

26 Giugno 2015 | 16:30 di Alex Adami

Dopo la dura presa di posizione di Taylor Swift nei confronti di Apple Music, il nuovo servizio di musica in streaming realizzato da Apple, e il conseguente cambio di strategia dell'azienda, ecco un nuovo capitolo della vicenda: è stato firmato l'accordo tra Apple e oltre 20.000 etichette indipendenti di tutto il mondo per la concessione del catalogo ad Apple Music. A renderlo noto è stato il sito di Billboard. Ha dichiarato Charles Caldas, amministratore delegato di Merlin, la società che amministra i diritti digitali delle etichette indipendenti: «Sono felice di annunciare la decisione di Apple di retribuire i propri partner l'utilizzo del proprio servizio gratuito in base all'effettivo numero di ascolti e di modificare diverse clausole dell'accordo: considerati questi cambiamenti, siamo dunque felici di sottoscrivere questo accordo».

Alla luce di queste novità, il servizio Apple Music potrà diffondere attraverso il proprio servizio di streaming migliaia di artisti indipendenti di levatura mondiale. Tra gli altri Nico, Gary Numan, The Strokes, The Libertines, Babyshambles, Belle and Sebastian (nella foto), solo per citare quelli della Beggars Group, principale «agglomerato» europeo di etichette «indie». «Abbiamo firmato un contratto che, così come è stato modificato, apre la prospettiva di essere parte di un futuro eccitante» ha spiegato Martin Mills, fondatore della Beggars.