“Una Voce per San Marino”: il vincitore è Achille Lauro

Con “Stripper” il cantante rappresenterà il Titano all’Eurovision Song Contest di Torino

Achille Lauro vince "Una Voce per San Marino"  Credit: © San Marino Rtv
20 Febbraio 2022 alle 00:48

Anche Achille Lauro parteciperà all’Eurovision Song Contest 2022. Il biondissimo artista ha infatti vinto la prima edizione di “Una Voce per San Marino”, il festival organizzato per scegliere il rappresentate del piccolo Stato alla competizione continentale, sabato 19 febbraio. Confermando le previsioni dei bookmaker, Lauro ha vinto presentando un brano inedito “Stripper”, che definisce “stra-punk rock”, con una nuova band e con un’esibizione senza eccessi o complicati “quadri”. Esibizione che però gli ha fruttato anche il premio per il brano più radiofonico.

Al secondo posto la giuria presidiata da Mogol ha piazzato il DJ Burak Yeter (turco-olandese, ha scritto il tema iniziale de “La Casa di Carta”), in team con Alessandro Coli, artista italiano più conosciuto in America che da noi, con il brano “More than you”.  

Non c’è stato, invece, niente da fare per gli altri “big” in gara, che hanno tentato questa strada per partecipare all’Eurovision Song Contest 2022, come Valerio Scanu, che ha cantato una preghiera; Spagna, arrivata quarta e vittima anche di uno scherzo in diretta delle Iene con tanto di sosia e finto premio alla carriera; Francesco Monte, piazzatosi al quinto posto; o Alberto Fortis che con Tony Cicco e i Deshedus ha presentato l’interessante “Sono un uomo”.  

In contemporanea con “Una Voce per San Marino”, trasmesso in diretta da San Marino Rtv e condotto da Senhit e Jonathan Kashanian, con Al Bano ospite che ha imperversato e polemico ricordo di Raoul Casadei (dimenticato invece a Sanremo), anche altri Stati europei hanno scelto in analoghe manifestazioni i loro rappresentanti per la kermesse di Torino.

All’Eurovision Song Contest 2022, quindi parteciperanno anche Emma Muscat (ex “Amici”) per Malta con la canzone “Out Of Sight”; Krystian Ochman per la Polonia con “River”; Mia Dimšić per la Croazia con “Guilty Pleasure”; i Subwoolfer per la Norvegia con “Give That Wolf A Banana”; e LPS (Last Pizza Slice) per la Slovenia con “Disko”.

Seguici