Home MusicaVideoclipCosmo, «Quando ho incontrato te»: le foto esclusive del backstage

Cosmo, «Quando ho incontrato te»: le foto esclusive del backstage

Il nuovo video di Cosmo, dedicato alla moglie Antonietta (che recita nella clip), si muove tra sogno e realtà. Le immagini del dietro le quinte sono bellissime

23 Maggio 2018 | 17:30 di Valentina Cesarini

«Trova un uomo che ti ami come Cosmo ama sua moglie e i suoi figli», recita il primo commento su YouTube sotto il nuovo video di Cosmo, che accompagna la canzone «Quando ho incontrato te». 

Il progetto di Marco Bianchi si caratterizza anche - e direi soprattutto - per la ricerca di un team di lavoro collaudato di cui l'artista si fida ciecamente. Non è così frequente che un progetto poggi le basi sempre sulle stesse menti (e braccia), ma per Cosmo poter contare su professionisti, ormai amici, che si dedichino al suo mondo sapendo già di che mondo si tratta, è fondamentale. Ho quindi preferito non commentare questa meravigliosa clip, e lasciare la parola al regista Jacopo Farina e alla direttrice di produzione Eleonora Strozzi. Sotto la gallery trovate le loro dicharazioni.

Le foto esclusive del backstage

Jacopo Farina: «Il video è un passaggio tra la realtà e la fantasia: Cosmo è in quella fase della mattina in cui si sveglia prestissimo, alle 5.30, perché ogni tanto soffre di insonnia, come capita a molti di noi. Pensa alla sua vita, ai suoi affetti, a sua moglie; è preoccupato, è anche innamorato, e ogni tanto ricade in dormiveglia. Quindi il video è pieno di porte che si aprono che simboleggiano il passaggio dalla vita reale (le scene con i colori più chiari) al sogno (colori più dorati). Abbiamo poi usato i ricordi dello smartphone per avere la stessa finestra che si apre, quella che uno guarda quando è lontano da casa e pensa alle persone a cui vuole bene. Nel video inoltre non c'è solo Cosmo: ci sono anche i suoi musicisti, alfieri, sua moglie, la regina e le ballerine, che rappresentano il pubblico».

Eleonora Strozzi: «In questo video c'è stato un bel lavoro, sia grazie al fatto che avevamo la casa di produzione TapelessFilm alle spalle, sia perché il team di lavoro era ampio e ricco di professionisti. Io ho coordinato le comparse, lo styling, ho trovato la location e fatto da ponte tra Jacopo e il resto dello staff. Marco sta facendo un grande salto di qualità, un passo in avanti. Inoltre aver incluso Antonietta, sua moglie, è stato un passaggio naturale per noi che siamo come una famiglia».