Home MusicaVideoclipGhali: il videoclip di “1993” con Samuel Eto’o

Ghali: il videoclip di “1993” con Samuel Eto’o

Girato in nove location diverse, il video del rapper ospita anche l'ex calciatore Samuel Eto'o in segno di stima reciproca e unione nella lotta al razzismo

Foto: Ghali e Eto'o  - Credit: © Andrea Lamedica

14 Dicembre 2020 | 17:30 di Cecilia Esposito

È uscito il nuovo video di "1993", il singolo di Ghali estratto da "DNA DELUXE X", una nuova edizione dell'album del rapper "DNA", pubblicato lo scorso febbraio.

1993 come l’anno di nascita di Ghali e, infatti, è un brano con cui il rapper ripercorre la sua sua storia, i suoi sogni e le sue conquiste, ma anche le ferite che lo hanno reso quello che è oggi: un rapper di fama internazionale, ma prima di tutto una persona che, nonostante il successo, non ha dimenticato le sue origini. Proprio per restituire questo senso di gratitudine per il proprio percorso, Ghali ha voluto con sé in questo video, diretto da Giulio Rosati e Think Cattleya, gli amici della vita: Cilu, Dende, Fawzi, Hicham, Joel, Nathan, Sami, Samuel e Davide Dev, il Dj storico del rapper. Non solo, proprio alla scena da McDonald’s c’è un'altra apparizione familiare per i fan di Ghali: allo sportello infatti si affaccia AVA, il produttore del beat di "1993" su cui Ghali ci ricorda, ancora una volta, il motivo per cui è sempre stato e rimane il pioniere della trap in Italia.

Insieme agli amici di sempre c’è anche Samuel Eto’o, il campione di Inter e Barcellona, che ha partecipato al video nell’inedita veste di allenatore, a cui Ghali nel brano canta: «Mi scusi posso entrare in campo mister? Dalla panchina tu non sai quante ne ho viste». Un personaggio sportivo non scelto a caso, visti i molti elementi di vicinanza fra Ghali ed Eto’o, campione da sempre in prima linea nella lotta contro il razzismo e questa collaborazione è frutto di una profonda stima reciproca che probabilmente, in futuro non troppo distante, porterà a nuovi progetti condivisi.

Nel frattempo "DNA DELUXE X", i cui proventi sono stati devoluti interamente ai lavoratori dello spettacolo, è stato presentato live per la prima volta mercoledì scorso in collaborazione con Google su Youtube e si è affermato come terzo album più ascoltato dell’anno su Spotify in Italia.