Home MusicaZedd e l’album “True Colors”, l’intervista

Zedd e l’album “True Colors”, l’intervista

In occasione del lancio del suo secondo album, che contiene "I Want You To Know", il singolo con la voce di Selena Gomez, abbiamo incontrato il dj e produttore russo

Foto: Zedd e Selena Gomez  - Credit: © Eric Hobbs

21 Maggio 2015 | 13:10 di Stefano Gradi

Zedd, al secolo Anton Zaslavski (26 anni), è un dj e produttore russo salito alla ribalta della musica dance ed elettronica grazie a remix per artisti quali Lady Gaga, The Black Eyed Peas, Diddy, Empire of the Sun, Skrillex e Fatboy Slim. Ma l'esplosione vera e propria, avvenuta soprattutto sulla scena americana, è arrivata con i suoi primi singoli "Clarity" e "Stay the Night", cantata da Hayley Williams, leader dei Paramore. Il suo nuovo singolo è "I Want You To Know", cantato da Selena Gomez e fa da apripista al nuovo album "True Colors". Abbiamo incontrato un sorridente e disponibile Anton che ci ha parlato di lui, del suo album e del suo modo di vedere la musica.

Ciao Anton, ci vuoi parlare un po' del tuo nuovo album "True Colors"?

True colors rappresenta un momento importante della mia vita perché volevo mostrare a tutti come fosse la mia musica e non potevo farlo solo con i singoli. Avevo bisogno di un album completo per farlo. "True Colors" contiene ogni tipo di emozione, ogni tipo di colore musicale, con diverse influenze, anche rock. E' un album che può essere ascoltato anche dai meno giovani. Per esempio, mio papà apprezza questo album molto di più del precedente. Sono cresciuto ascoltando i Deep Purple, i Genesis e i Queen, questi gruppi mi hanno sicuramente influenzato nel produrre un album che mostra un lato diverso della musica dance.

Tu sei salito alla ribalta della musica dance con dei remix fatti per altri dj, come è stato il passaggio dal remixare alla produzione vera e propria?

E' vero, ho proprio iniziato come remixer, utilizzando basi e voci di altri produttori, mixati con i miei suoni, ma a un certo punto ho voluto essere io in completo controllo della mia musica, scrivere io le canzoni. Ho suonato per molti anni in una band e da piccolo ho studiato musica classica, quindi avevo le conoscenze giuste per iniziare a scrivere canzoni. Con l'esperienza acquisita con i remix, mi sono trovato ad avere tutto quello che mi serviva per far conoscere al mondo quello che era il mio pensiero musicale nella sua completezza.

Com'è nata la scelta di Hayley Williams dei Paramore come voce per il tuo singolo "Stay The Night"? E' stata una tua scelta o qualcuno te l'ha proposta?

No no, nessuno ha mai scelto qualcosa per me in tutta la mia carriera, mi sono sempre occupato di tutto io! Sono cresciuto ascoltando i Paramore e quando i miei discografici hanno ascoltato "Stay The Night", mi hanno detto che potevano mettermi in contatto con Hayley. Le ho scritto qualche mail per fargliela ascoltare e a lei è piaciuta molto, ha accettato subito. Non pensavo proprio potesse scegliere me per fare qualcosa di nuovo. Penso poi che la canzone abbia avuto successo per questo nuovo binomio tra voce rock e musica elettronica.

E' vero, il connubio tra rock e dance sta piacendo molto. Pensi che questo possa dare inizio a un genere completamente nuovo?

Sicuramente si. Anche grazie a internet, diverse culture si stanno fondendo e si stanno annullando barriere che esistevano fino a poco tempo fa. Un esempio perfetto è la canzone "Transmission" di questo album, con X Ambassadors come cantante e Logic come rapper. Quindi tre mondi, rock, rap e musica elettronica che si sono uniti grazie a uno scambio di tweet.

Che cosa ci dici del tuo attuale singolo con Selena Gomez, forse il più pop di tutto l'album?

Ho conosciuto Selena casualmente e lei aveva appena firmato per la mia stessa etichetta discografica. Lei stava lavorando al suo album e io al mio e ci siamo scambiati impressioni sulla nostra musica. Subito ci è venuta voglia di provare a fare qualcosa insieme. La canzone che a lei piaceva di più era proprio "I Want You To Know", ma non era ancora completamente finita. Così in due giorni abbiamo registrato la sua voce e alla fine il risultato è stato talmente buono che io ho deciso che doveva essere il primo singolo del nuovo album.

Quanto tempo è occorso per realizzare tutto "True Colors"?

Circa 2 anni dall'inizio alla fine, infatti avevo già iniziato a lavorare alle idee per "True Colors" prima ancora di terminare "Clarity". una canzone per esempio, "Addicted To A Memory", la prima traccia, mi ha richiesto circa tre anni per essere completata.

Ci hai appena raccontato che ti sei ispirato ai musicisti che hanno influenzato la tua adolescenza, ma ti sei anche ispirato alle produzioni di altri dj?

Si assolutamente, trovo ispirazione in qualsiasi cosa ascolti, penso che ci sia qualcosa di buono in ogni cosa, anche nei generi che non prediligo. Le mie maggiori fonti di ispirazione sono Skrillex, Deadmau5 e i Daft Punk. Ci sono un sacco di dj che mi ispirano e mi insegnano qualcosa.

Con quali dj/produttori vorresti lavorare in futuro?

Mi piacerebbe collaborare in futuro con Skrillex. siamo amici da molti anni. Abbiamo anche già lavorato insieme in studio, quindi spero che riusciremo finalmente a finire una canzone insieme. Magari anche con Deadmau5 e gli stessi Daft Punk. Come ti dicevo prima, mi piace avere il completo controllo e quando collabori con altri produttori devi scendere a compromessi. Per questo motivo, di solito, mi affido solamente ai cantanti per le voci.

Raccontaci cosa ti aspetta nei prossimi mesi, sarai ancora in giro per promuovere l'album, parteciperai a qualche festival e, soprattutto, farai qualche serata qui in Italia?

Durante l'estate continuerò la mia attività da dj e in autunno verrò in Italia. Non ho ancora pianificato le date del tour, ma verrò sicuramente.