Home TvAlessandro Borghese Kitchen Sound, il nuovo programma su Sky Uno

Alessandro Borghese Kitchen Sound, il nuovo programma su Sky Uno

Lo chef più rock della tv italiana torna ai fornelli con 200 ricette di cucina italiana, il 12 giugno inaugura il suo nuovo ristorante all'Enterprise Hotel di Milano

 - Credit: © Corbis

12 Giugno 2015 | 14:20 di Giulia Ciavarelli

Lo chiamano lo chef più rock’n’social della tv italiana: Alessandro Borghese si prepara per una sfida ambiziosa e innovativa, portando avanti la filosofia del lusso della semplicità.
Il nuovo progetto si sviluppa su due fronti: il 12 giugno ci sarà l’inaugurazione del suo temporary restaurant situato in C.so Sempione che si trasformerà nel set televisivo di Alessandro Borghese Kitchen Sound, il nuovo programma di cucina in onda tutti i giorni dal 20 luglio su Sky Uno.

L’idea multitasking di Borghese vuole abbattere le barriere tra live e restaurant, tv e online: la cucina inventiva e generosa dello chef si unisce ad una sorta di videoenciclopedia quotidiana di ricette italiane. "Cucinare è un atto d'amore" è la sua filosofia: la cucina dello chef coniuga l'attenzione meticolosa per materie prime di qualità alla raffinata semplicità nella preparazione delle sue creazioni e soddisfa con gusto i palati di chi ama le cose ricercate, ma non rinuncia alla tradizione.

Nel temporary restaurant, all’interno dell’Enterprise Hotel di Milano, l’atmosfera è informale. ma con menu sempre diversi, rinnovati ogni settimana per un’esperienza gastronomica unica.
Le 200 ricette selezionate da Borghese saranno anche sul piccolo schermo: lo chef assisterà, da luglio su Sky Uno, i suoi telespettatori nella realizzazione delle ricette, suggerirà gli errori da evitare in cucina e i consigli per rendere un piatto unico.

Secondo una ricerca dell’Università di Oxford, la percezione del gusto del cibo può cambiare a seconda della musica che si ascolta: per questo, Borghese accompagnerà le ricette con una sua playlist musicale scelta in collaborazione con RDS e ogni piatto avrà la sua inedita versione rap.
Un percorso multi-sensoriale capace di esaltare i piatti e il loro ricordo, abbinando la percezione del gusto e olfattiva a quella uditiva.