Sanremo 2021

Arriva il docufilm sui 50 anni di “Rolling Stone”

Disponibile dal 18 febbraio su Prime Video. Diretti da Alex Gibny e Blair Foster, i quattro episodi ripercorrono gli ultimi cinque decenni di musica, politica e cultura pop attraverso la storia della celebre rivista

10 Febbraio 2021 alle 12:28

È in arrivo il documentario che ripercorre gli ultimi 50 anni di musica, politica e cultura pop attraverso la storia della rivista "Rolling Stone". Dal 18 febbraio su Prime Video, sarà disponibile “Rolling Stone - Stories From the Edge” distribuito da 102 Distribuition.

Fondata nel 1967 da Jann Simon Wenner e Ralph J. Gleason per parlare dell'evoluzione del rock 'n' roll e della sua influenza sulle trasformazioni nel corso degli anni, l’iconica rivista è stata protagonista e portavoce dei cambiamenti nella musica, prima di tutto, ma anche nella politica, nell’arte, nella letteratura e nella cultura pop.

“Rolling Stone - Stories from The Edge”, diretto da Alex Gibny & Blair Foster, racconta la storia del celebre periodico e il modo in cui ha saputo aprire e tracciare una strada creando un proprio innovativo stile di giornalismo investigativo riuscendo sempre a stare al passo con i tempi, ampliando i contenuti e non trascurando mai la grafica. Il documentario ripercorre, dunque, la storia della musica americana ma anche la sua evoluzione nel panorama politico e culturale partendo da Woodstock per finire alla guerra in Iraq, allo scandalo Watergate, al rapimento di Patricia Hearst, al caso Clinton - Lewinsky, a Obama.


Diviso in quattro episodi, dagli anni '60 fino ad oggi, il documentario unisce immagini preziose e uniche a parole indimenticabili. Gli artisti che hanno definito le nostre vite ci sono tutti: da John Lennon, Mick  Jagger,  passando per Tina  Turner, David Bowie, Kurt Cobain, The Clash, i Sex Pistols e per finire a Britney  Spears. Ci sono proprio tutti, compreso il visionario fondatore  Jann  Wenner. Ciascuno si è aperto rivelando le loro  verità più personali. Fondamentale il contributo dei collaboratori storici della testata: Ben Fong Torres, Cameron Crowe, Jon Landau e Charles M. Young. La narrazione del documentario è affidata a Jeff  Daniels (The Martian, The Newsroom). Spazio anche agli scrittori che hanno saputo raccontare le turbolenze e i momenti di gioia, le vittorie e le sconfitte, i momenti di massimo splendore e quelli bui che si sono avvicendati nei cinque decenni, sempre lasciando la musica al centro di tutto: Hunter S. Thompson, Tom Wolfe e Matt Taibi. Preziosa la raccolta di immagini dei più grandi fotografi degli ultimi 50 anni, da Annie Leibovitz a Richard Avedon a Mark  Seliger.

Episodio 1 - La Nascita Negli anni 60 il Rock'N'Roll era il mezzo di comunicazione dei giovani ma nessuno raccontava quella musica e la rivoluzione culturale ad essa correlata Jann Wenner e il critico musicale Ralph J. Gleason diedero voce a tutto questo creando l'iconica rivista nel 1967 a San Francisco. Rolling Stone contribuì a modellare lo spirito di un epoca, a plasmare lo Zeitgeist e a resistere per mezzo secolo.

Episodio 2 - La Crescita Rolling Stone cresce non é più una semplice rivista che parla solo di Musica. Esce il racconto segreto del rapimento di Patti Hearst, Thompson racconta il dietro le quinte delle Presidenziali, il mondo della musica vacilla i Sex Pistols si affermano mentre il mondo vive la tragica morte di John Lennon. Venne pubblicata una leggendaria intervista con l'ultima sua foto scattata da Annie Leibovitz.

Episodio 3 - L ’ Evoluzione Wenner fatica a lottare con il loro successo commerciale mentre l'Ethos Punk dei The Clash e dei Talking Heads prende il sopravvento sull'avanguardia del Rock'N Roll. Cameron Crowe entra nell'orbita esilarante di David Bowie e Thompson colpisce ancora con un articolo su Bill Clinton. Rolling Stone sfoggia registrazioni inedite, interviste e filmati rari come quella su Johnny Depp e molte Rock Star.

Episodio 4 - Sempre sulla cresta dell’onda, Rolling Stone deve di nuovo fare i conti con il tumulto della generazione quando gli 'Nsync e Britney Spears rubano i riflettori alla scena musicale...

Seguici