Home TvBoomdabash a Sanremo 2019: ecco chi sono

Boomdabash a Sanremo 2019: ecco chi sono

Il gruppo nato da una costola della tradizione salentina ha fatto ballare tutta l'Italia (e non solo)

Foto: Boomdabash a Sanremo 2019

21 Dicembre 2018 | 23:37 di Alessandro Alicandri

«Questa sera non ti dico no» è l'indizio definitivo per farvi capire chi sono i Boomdabash. Nell'estate del 2018 hanno fatto (di nuovo) centro dando vita a uno dei più grandi tormentoni dell'anno con Loredana Berté, «Non ti dico no». L'annuncio della loro partecipazione a Sanremo 2019 ci porta subito all'approfondimento di una realtà che ha cambiato le regole del pop in 15 anni di onorabile carriera. 

15 anni di musica che festeggeranno il 24 gennaio con il «Boomdabash & Friends», un evento live all'Alcatraz di Milano in cui porteranno sul palco i loro pezzi e i tanti duetti che hanno lasciato il segno nel grande pubblico italiano. Ma chi sono loro? Biggie Bash (Angelo Rogoli, voce), Payà (Paolo Pagano, voce), Blazon (Angelo Cisternino, giradischi, campionatore) e Mr. Ketra (Fabio Clemente – giradischi, campionatore) arrivano dal reggae ma non si sono mai confinati in un solo genere: hanno da sempre spaziato portando alla luce tutti i suoni che fanno ballare la gente.

Per capire meglio chi sono oggi i Boomdabash, vi consigliamo di concentrarvi sui loro due ultimi album, «Radio Revolution» e «Barracuda». Autonomi sotto ogni punto di vista, di scrittura e produttivo, hanno portato in questi due progetti un sacco di canzoni in italiano e una marea di collaborazioni.

Significativa è stata quella nel 2015 con Alessandra Amoroso nel bellissimo brano «A tre passi da te». Sensazionale è anche la loro collaborazione con Fabri Fibra e Jake La Furia del 2018 nel brano «Barracuda».

Nei Boomdabash c'è il divertimento ma anche la riflessione sociale, la capacità di "fiutare le hit" mettendo al centro la musica e non i loro personaggi. Tra i nomi del gruppo, c'è Ketra.

Lui, assieme a Takagi, ha scritto negli ultimi anni molte delle pagine più prolifiche del nostro pop dando vita a pezzi come «Roma-Bangkok», «Amore e Capoeira», «L'esercito del selfie», «Oroscopo» di Calcutta e molti altri. Insomma, Sanremo 2019 sarà la ciliegina sulla torta di un periodo nel quale hanno «spaccato» senza se e senza ma.