Home TvCon Giorgia Rossi la Champions League torna su Canale 5

Con Giorgia Rossi la Champions League torna su Canale 5

Se Sky continua a trasmettere l’intera competizione via satellite e digitale terrestre, la partita settimanale in chiaro passa dalla Rai a Canale 5, che proporrà in diretta la miglior gara del martedì

Foto: Giorgia Rossi

13 Settembre 2019 | 17:06 di Matteo Valsecchi

Il 2019 è un anno di novità per quanto riguarda il calcio in televisione. Orari, canali, messe in onda: tutto cambia, per una rivoluzione che riguarda soprattutto il campionato di Serie A (e qui vi spieghiamo cosa sta succedendo). Intanto, però, dal 17 settembre ricomincia la Champions League con il nuovo “doppio turno” delle 18.55 e delle 21.

Se Sky continua a trasmettere l’intera competizione via satellite e digitale terrestre, la partita settimanale in chiaro passa dalla Rai a Canale 5, che proporrà in diretta la miglior gara del martedì. Il primo appuntamento è quello con la sfida tra Napoli e Liverpool, campione in carica. A commentare il risultato degli incontri del martedì su Canale 5 sarà Giorgia Rossi, che condurrà il dopogara. Ma non è tutto. Infatti la giornalista alle 23.40 del mercoledì lancerà su Italia 1 uno show tutto suo: “Pressing Champions League”. Ad affiancarla troveremo Christian Vieri.

Giorgia, ci racconti che cosa vedremo.
«Quella del martedì sarà la classica trasmissione “di raccordo” dopo il fischio finale, con l’analisi della partita. Il mercoledì avremo un programma più istituzionale. Ci saranno tutti i gol delle italiane, ma anche gli highlights di tutti gli incontri della settimana e i commenti degli ospiti. Tutto vissuto con un pizzico di leggerezza».

Cosa si aspetta da Christian Vieri?
«Grandi cose. A “Tiki Taka” ha dimostrato di conoscere i tempi televisivi perfettamente, è un personaggio trasversale amato dai tifosi. Ha un modo di fare che mi piace molto».

Lei deve molto alla Champions...
«Sì, nella stagione 2015-16 iniziai a condurre lo “Speciale Champions League” su Premium e fu il mio primo grande impegno. Da allora mi è rimasta nel cuore. Si figuri che avevo pure la sigla della Champions come suoneria del telefonino…».

Insomma, difficile pensarla lontana dal calcio...
«Oggi è questo il percorso che mi ha fatto crescere professionalmente e per cui ringrazio Mediaset. Poi ecco, se domani mi chiedessero di condurre Sanremo mica direi di no (ride)».

Per concludere un pronostico: chi vince la Champions?
«Sogno una finale tra due italiane, come quella che giocarono Milan e Juventus nel 2003. Me la ricordo ancora: ero una ragazzina, fu un’emozione pazzesca».