Home Tv“Detto fatto”, Giovanna Civitillo: «Seguitemi, vi darò la scossa!”

“Detto fatto”, Giovanna Civitillo: «Seguitemi, vi darò la scossa!”

La moglie di Amadeus torna nel programma pomeridiano di Raidue con una nuova rubrica “Mission (im)possible” nella quale dispensa consigli di seduzione

Foto: Giovanna Civitillo è una delle protagoniste dei tutorial di “Detto fatto” dal 2019

29 Ottobre 2020 | 8:30 di Stefania Zizzari

La parola magica è “scossa”. E il pubblico televisivo capisce subito che stiamo parlando di Giovanna Civitillo, la ex “ereditiera” di “L’eredità”, alias la signora Sebastiani, alias moglie di Amadeus. Chi meglio di lei, che con l’ormai celeberrimo movimento è diventata un’icona di sensualità, poteva condurre uno spazio dedicato alla femminilità? E così il lunedì Giovanna Civitillo dispensa consigli di seduzione all’interno del programma “Detto fatto” con “Mission (im)possible”.

Giovanna, perché questo titolo... prudente?
«Perché tutto sarà giocato sull’ironia. Diciamo che la butto sul ridere».

Che cosa intende?
«Le protagoniste saranno donne che fanno mestieri prettamente maschili, come una meccanica, una saldatrice, una vigile del fuoco, per dirne solo alcune. Proveranno a essere femminili sì, ma... con gli abiti da lavoro».

La scossa potrebbe funzionare anche con un saldatore in mano?
«Ci proveremo (ride) ma è difficile che si riesca a creare l’atmosfera giusta. Diciamo che la scossa può diventare il piano B».

Su cosa punterà, dal momento che con i vestiti non potrà aiutarsi?
«Come dicevo, non sottovalutiamo il potere dell’ironia».

Lei nella sua vita mette in pratica i consigli che dà in trasmissione?
«Beh, io nasco maschiaccio, lo confesso. Sono la danza e il mio lavoro che mi hanno spinto negli anni a diventare più femminile».

Facciamo un test: oggi come è vestita?
«Pantaloni blu, felpa bianca e sneakers, il mio “stile da mamma”. Sono in macchina sotto un diluvio ad aspettare che José finisca gli allenamenti di calcio (il figlio gioca come portiere nell’Under 12 dell’Inter e l’intervista è stata fatta prima delle nuove restrizioni governative, ndr). E comunque, “stile da mamma” a parte, gliel’ho detto: tendenzialmente sono un maschiaccio. Anche nell’abbigliamento per esempio trovo più sensuale un completo giacca e pantalone maschile che gioca sul contrasto, invece di un abitino magari corto».

Quando vuole essere seducente su cosa punta?
«Credo che la parte più seducente di me sia il portamento, che mi è dato da anni e anni di danza classica».

E il trucco?
«Se devo fare un trucco che non sia quello super leggero di tutti i giorni, chiamo la truccatrice. Non sono proprio capace (ride)».

I tacchi?
«Appena levo le scarpe da ginnastica, con cui praticamente vivo, e metto un paio di scarpe con i tacchi mio figlio José mi dice: “Mamma sei bellissima, devi andare al lavoro?”. Per lui quella non è già più la sua mamma».

Suo marito Amadeus l’ha sedotto con la scossa?
«Nacque tutto come un gioco nel 2003 durante “L’eredità”. Ero con il coreografo Marco Garofalo in sala prove in un momento di pausa. C’era la musica in sala e feci questi movimenti un po’ sinuosi per scherzare. Ama li vide e gli venne l’idea di fare uno stacchetto per il gioco della scossa, che già esisteva».

Poi l’avrà ripetuta milioni di volte?
«Sì, ed è la cosa che in effetti mi ha regalato un po’ di popolarità».

Ed è diventata un simbolo di sensualità.
«Quella si è aggiunta dopo, quando è cominciato quel gioco di sguardi tra me e Ama, che all’inizio era uno scherzo ma poi è diventato vero. In quei momenti ci stavamo innamorando ed è lì che è iniziata la nostra storia».

Allora vede che la scossa funziona come arma di seduzione?
«Eh sì, con me ha funzionato, la posso proporre anche alle signore che verranno in trasmissione a giocare con noi. Con Bianca Guaccero (la conduttrice di “Detto fatto”, ndr) lo scorso anno ci scherzavamo su, perché lei era single e mi chiedeva consigli per conquistare un uomo. Anche se non ne ha certo bisogno: è bellissima, intelligente e piena di talento».

Ma quello con i consigli di femminilità non è il suo unico appuntamento in televisione.
«No. “Mission (im)possible” si alternerà con la rubrica che avevo anche l’anno scorso, “Pazze per lo shopping”: andranno in onda entrambe il lunedì a settimane alterne. Anche qui mi diverto moltissimo: è un gioco sulla moda, con due concorrenti che si sfidano e devono creare un look a basso costo. E vince chi riesce a spendere di meno».

Da questa settimana lei e suo marito Amadeus siete tutti e due in onda: chi gestisce il telecomando?
«Ma si figuri: decido io! Io guarderei sempre lui, mentre lui non si riguarda mai».

Che cosa gli dice?
«C’è poco da dirgli, non ha bisogno dei miei consigli, tranne che per l’abbigliamento. Fosse per lui vestirebbbe sempre uguale perché è pigro. Per i “Soliti ignoti” per esempio ha una bella giacca ma adesso basta, è venuto il momento di cambiarla»!

Siete tra le pochissime coppie che hanno un account Instagram insieme.
«Lui non è capace di usare i social, non gli interessa e non vuole imparare. L’unico modo è tirarlo dentro al mio account, che infatti è Giovanna Civitillo e Amadeus. È lui che si è “accollato” (ride). E mi usa. Quando fa qualcosa mi manda la foto o il video e mi dice: “Li posti tu?”. Ma è veramente raro, anche perché Ama odia fare le foto».

In questo periodo lui è a Roma e lei a Milano con José.
«Sì, fa il pendolare. Ma è meglio così, perché per preparare Sanremo ci vuole calma e tranquillità, mentre quando è qui, nel weekend, José lo cattura, giustamente. Ed è bellissimo vederli insieme».