Home TvDiana Del Bufalo, la donna del momento

Diana Del Bufalo, la donna del momento

Comica, cantante, attrice, youtuber... parla la rivelazione di Sanremo, protagonista delle fiction «C'era una volta Studio Uno» e «Che Dio ci aiuti 4»

23 Febbraio 2017 | 18:07 di Paolo Fiorelli

«Scusi la fretta ma sto facendo le valigie, vado in America». Speriamo di non far perdere l'aereo a Diana Del Bufalo: ma dopo il successone di «C'era una volta Studio Uno», che ha raccolto davanti alla tv quasi sette milioni di persone, e gli applausi di Sanremo, non possiamo esimerci da questa intervista. Anzi la prima domanda è appunto...

Ma come, se ne va adesso che è la donna del momento?
«È solo una vacanza con mio fratello, per staccare un po'. Fare Sanremo è stato... pietrificante! Me la facevo sotto dalla paura. Voi non avete idea di cosa sono quelle scale di plexiglass. Non vedi neanche dove poggiare i tacchi. Non so come ho fatto a non cadere».
Eppure sembrava così a suo agio.
«Perché per prima ha parlato Alessandra Mastronardi, così ho avuto il tempo di assorbire lo shock. Di solito io sul palco mi sento a casa, vado a braccio, improvviso, è il mio unico vero talento».
Veramente mi risulta che lei sia anche presentatrice, cantante, comica, attrice e «youtuber» di successo.
«Pazzesco vero? Sono passata da cantante ad attrice in un nanosecondo».
Come ha cominciato?
«Al liceo guardavo quelli che mettevano i video sul web e mi sono detta ?Ma che forti, lo faccio anch'io?. In fondo il motto di Youtube è ?broadcast yourself?, cioè ?metti in onda te stesso?. Ho cominciato con delle canzoni bruttissime e ho fatto furore».
In realtà le canzoni erano divertenti, ma molto molto «esplicite». Papà e mamma non la sgridavano per le parolacce?
«Scherza? Papà è la mia prima fonte d'ispirazione. È lui che mi spronava. Mi diceva ?Fai una canzone sulle caccole? e io ?No papà dai,  che schifo!?».
Poi è arrivato «Amici».
«Il momento più bello è stato quando Platinette ha detto: ?Se eliminate la mia preferita mi spoglio in diretta?. E poi lo ha fatto. Così ho pensato: ?Oddio, ma allora sono io la sua preferita!?. Non l'avevo mica capito».
A Sanremo ha ritrovato Maria De Filippi...
«Non potrò mai ringraziarla abbastanza per tutto quello che mi ha insegnato».
Sul set di «Che Dio ci aiuti 4», invece, ha trovato Elena Sofia Ricci.
«Tanto carina! Nelle parti comiche me la cavavo, ma in quelle drammatiche mi ha aiutato tanto. Anche con la dizione. Mi diceva sempre ?No cara, si dice borsa e non borza, persona e non perzona...».
E sul palco di «Colorado» ha trovato pure un fidanzato, Paolo Ruffini.
«Io odio il cabaret, c'è quel pubblico che ti guarda male e grida ?facce ride?, ero terrorizzata. Lui ha insistito, ma no, dai, facciamo una prova... Doveva essere uno sketch di cinque minuti, è durato due ore. I primi che hanno capito la nostra intesa sono stati gli autori: ?dovete condurre insieme?. Poi l'ho capita anch'io. All'inizio a dire il vero mi stava un po' sulle scatole».
E oggi?
«Tra noi è una risata continua. Ci prendiamo in giro».
Adesso mi dica: cosa c'entra una «youtuber» con gli Anni 60 e Studio Uno?
«Ah non lo so. Era un mondo pieno di regole, chiuso. Io poi interpretavo una ragazza madre,  per questo un po' malvista. Non potevo neanche dire ?ok?, allora non  si usava. Poi per fortuna è venuto il Web a liberarci, per me è l'invenzione più importante dell'umanità dopo la ruota. Ma pensi quanto ci siamo evoluti!».