Home TvDownton Abbey, parla il maggiordomo Carson

Downton Abbey, parla il maggiordomo Carson

Il 18 ottobre su La5 parte la quinta stagione della serie, noi abbiamo incontrato l'attore Jim Carter

Foto: A sinistra, Jim Carter

16 Ottobre 2015 | 15:38 di Matteo Valsecchi

Confesso che l’idea di ritrovarmi seduto di fronte a Jim Carter mi mette un po’ di soggezione. Ci incontriamo in un grande albergo nel centro di Londra, a poche centinaia di metri da Buckingham Palace (il palazzo della Regina d’Inghilterra). E quando mi avvicino e gli stringo la mano, a lui che è l’impeccabile maggiordomo Charles Carson di «Downton Abbey» (la quinta stagione arriva in prima tv su La5 domenica 18 ottobre), il mio pensiero è uno solo: avrò annodato bene la cravatta?

Sono nervoso. Jim sorride: «Va tutto bene?», mi chiede. Sì, sì. Sono solo preoccupato della cravatta: è a posto? «Ma sì, va benissimo. Stia tranquillo, non sono una persona formale come Carson» mi rassicura dandomi una sonora pacca sulla spalla.

Bene. Parliamo allora di questa quinta stagione di «Downton Abbey» che finalmente arriva anche in Italia.
«La storia ricomincia nel 1924 con l’elezione di un nuovo governo di sinistra che turba lo spirito conservatore di Carson e del conte di Grantham (Hugh Bonneville, ndr). Il motivo portante rimane quello del passato: il progressivo adattamento di questa nobile famiglia e della sua servitù ai tempi che cambiano».

Il suo Carson è senza dubbio il più tradizionalista di tutti: riuscirà mai ad adattarsi?
«Charles cambia solo se è costretto a farlo. Come quando sono arrivati l’energia elettrica, il telefono o il frigorifero. Ma se dipendesse da lui, il mondo dovrebbe essere sempre uguale a se stesso. Per fortuna che c’è la signora Hughes (Phyllis Logan, ndr) a convincerlo che i cambiamenti non sono sempre negativi».

Proprio il rapporto tra Carson e la Hughes è tra i filoni di storia più divertenti del telefilm.
«Nel corso degli anni la loro relazione ha cambiato più volte faccia. Li abbiamo conosciuti come semplici colleghi. All’inizio erano due personaggi abbastanza soli e quindi è stato naturale che poi si avvicinassero».

Fino al punto di innamorarsi?
«Chissà, non escludiamo niente… (sorride, ndr)».

Molti sognano di avere un maggiordomo. Anche lei?
«Io non ce la farei mai! Sono estremamente informale. Mi sento già in imbarazzo quando vengo servito da una persona al ristorante. Figuriamoci avere un maggiordomo che mi entra in camera per svegliarmi al mattino… No, no: non lo vorrei mai!».

Vedremo mai Carson perdere il suo proverbiale aplomb?
«Sì. Presto si troverà in una situazione che arriverà a sconvolgerlo. Lo vedrete davvero come non lo avete mai visto prima. E state sicuri che ci sarà da divertirsi molto!».