Home Tv“Federico Fashion Style”, se i capelli sono un disastro… ci pensa lui

“Federico Fashion Style”, se i capelli sono un disastro… ci pensa lui

In attesa che riaprano i parrucchieri, il re di "Il salone delle meraviglie" ci dà alcuni consigli di “sopravvivenza”

Foto: Federico Lauri nel negozio di Anzio (Roma) da cui registra “Il salone delle meraviglie”

07 Maggio 2020 | 9:25 di Solange Savagnone

In attesa di poter riaprire i suoi saloni, probabilmente dal 1° giugno come da indicazioni governative, “Federico Fashion Style” si sta organizzando: «Il personale» spiega Federico Lauri «sarà dimezzato e lavorerà a turno, ma sette giorni su sette e con orari più lunghi per non licenziare nessuno. Sto cercando di personalizzare le mascherine (avranno il disegno di una bocca per le donne e di un paio di baffi per gli uomini), i guanti e il gel igienizzante con i brillantini. Il personale indosserà sempre la visiera e ho previsto la sanificazione degli ambienti, oltre agli sterilizzatori per gli attrezzi e gli asciugamani che già avevo».

E continua: «Per le prenotazioni, c’è un call center unico per tutti i miei saloni, con liste di attesa lunghissime che adesso sto cercando di organizzare in modo da potermi dividere tra Roma, Milano e Anzio». Ma nel frattempo, tanti clienti fanno da sé. Con esiti spesso infelici. Come si vede sulla pagina Facebook di Real Time (il canale che trasmette il “Il salone delle meraviglie”), dove si trovano le clip di chi, in isolamento, ha “fatto danni” e ora chiede aiuto a Federico.

Quali sono i “disastri” più comuni?
«Per l’80% mi chiede aiuto chi ha comprato una tintura per coprire i capelli bianchi senza sapere che va messa solo sulle radici e non sulle punte. Quindi, se va bene sono rimasti con la base bianca e le punte nere oppure i capelli sono diventati verdi perché hanno sbagliato colore. La tintura, che va acquistata di una tonalità simile a quella dei capelli, va stesa solo sulla ricrescita e poi tirata sulla lunghezza per ravvivare il colore».

E una volta che il danno è stato fatto?
«Inutile coprire con altri colori, meglio tenere i capelli raccolti in attesa di andare da un professionista».

Un consiglio da esperto per la ricrescita, quindi?
«Se avete schiariture e colpi di sole, meglio comprare gli spray che camuffano la ricrescita, per non rovinare il lavoro fatto. Se avete tre capelli bianchi, tirate avanti senza “pasticci fai da te”».

Per coprire pochi capelli bianchi va bene l’henné?
«Anche se è naturale, è rischioso perché lascia un riflesso rossastro che molte donne non amano. Meglio una tinta senza ammoniaca».

Altri rischi del fai da te?
«Seguendo qualche tutorial improvvisato, c’è chi ha tagliato la frangia fino alle orecchie! Qui non c’è niente da fare se non aspettare che ricresca».

Qual è il modo corretto per spuntare la frangia…
«Tenetela in mano da asciutta come se fosse un codino e pizzicate le punte con le forbici, senza esagerare. La tecnica è la stessa per tutti i tipi di capelli, ma se li avete ricci, considerate che, avendo volume alla radice, tagliare un centimetro equivale al doppio».

Quali altri problemi potremmo aver provocato ai capelli in questo periodo?
«Se si utilizzano phon e piastre non professionali, il rischio è che vengano le doppie punte. Per rimediare, bisogna per forza andare dal parrucchiere a fare trattamenti di bellezza oppure tagliare i capelli in base alla gravità della situazione».

Parliamo di tagli, allora. Come si fa quando quelli corti non tengono più?
«Tagli così richiedono la mano di un esperto. Consiglio quindi di tirare all’indietro i capelli con il gel. Un look un po’ maschile, che era la tendenza di inizio anno, come quello sfoggiato da Elodie a Sanremo».

Per chi ha quei bei ciuffioni laterali, invece?
«Purtroppo il ciuffo è difficile da spuntare a casa. Consiglio di dare un colpo di phon pettinandolo all’indietro, spruzzare un po’ di lacca ed è fatta. Meglio soffrire con un ciuffo lungo, che comunque cresce un centimetro al mese, che rovinare tutto».

Se invece il taglio è medio o lungo?
«Usiamo i classici rimedi di una volta e giriamo i capelli attorno a una cannuccia oppure a un bigodino per dare volume alla radice. È giusto che le donne si sentano belle anche a casa, ma approfittiamo di questo periodo per occuparci del benessere dei capelli e curarli con rimedi e impacchi naturali».

Vada con le ricette, allora.
«Consiglio un impacco di olio d’oliva, da tenere in posa mezza giornata prima dello shampoo. Se avete capelli sottili, mettetelo solo sulle punte per non appesantirli. Un altro impacco magnifico è la maionese: molto ristrutturante, è l’ideale se si hanno i capelli schiariti o tinti perché l’uovo nutre e idrata. Per avere capelli lucidissimi, versate un po’ di aceto dopo l’ultimo risciacquo. Pazienza se rimane un cattivo odore, tanto restate a casa!».

A proposito, c’è un modo giusto di fare lo shampoo?
«Bagnate i capelli e mettete poco prodotto sulla cute, mai sulle punte. Massaggiate con movimenti circolari. Sciacquando, lo shampoo arriverà su tutto il capello. Se volete lucidare la chioma, usate acqua fredda alla fine. Tenete un asciugamano a mo’ di turbante in testa per dieci minuti e poi asciugate».

Chi ha i capelli lunghi fa bene a tenerli raccolti?
«Basta non legarli troppo stretti ed evitare le code tiratissime in cima alla testa: si rischia di diradare i capelli e di dover poi ricorrere a prodotti specifici o visite dermatologiche. Fate invece delle belle code morbide e leggere. Oppure usate una mollettina per tenere il ciuffo».

Molti uomini si fanno tagliare i capelli a casa. Fanno bene?
«Io li ho lunghi e metto il gel o faccio il codino. Chi ha i capelli corti può usare la macchinetta. Ma se si ha un taglio con il ciuffo e le sfumature consiglio di attendere».

Ma se si vuole comunque ricorrere al tagliacapelli?
«Lo si può usare da soli soltanto se si è totalmente rasati. Se si hanno sfumature, meglio farsi aiutare. Si parte dalla misura più bassa della testina per poi salire. Cercate però di usare apparecchi professionali».

Cosa fare con i bimbi?
«Sbizzarritevi con treccine, codini e chignon se sono bambine, non consiglio di tagliare i capelli se non una spuntatina. Ai maschi fate una cresta con il gel. Ne saranno felicissimi».