Home TvFictionCome fai sbagli, la nuova fiction di Rai1 dal 20 marzo

Come fai sbagli, la nuova fiction di Rai1 dal 20 marzo

Va in onda su Raiuno la serie che racconta che non esistono regole fisse per educare correttamente i nostri figli attraverso la storia di due famiglie completamente diverse

Foto: La famiglia Spinelli e la famiglia Piccardo  - Credit: © Rai

17 Marzo 2016 | 17:30 di Alberto Anile

Sono diverse che più diverse non si può. Da una parte la famiglia Spinelli, in cui Walter (Daniele Pecci) e Valeria (Francesca Inaudi) sono genitori non sposati di Zoe e Diego: moderni, aperti, anticonformisti. Dall’altra parte ci sono Laura (Caterina Guzzanti) e Paolo Piccardo (Enrico Ianniello), fidanzati dall’età di 18 anni, nozze in chiesa, i tre figli Giulio, Irene e Chiara allevati con un rigore un po’ antiquato. In «Come fai sbagli», fiction in sei serate su Raiuno da domenica 20 marzo, si confrontano due famiglie e due opposte idee di educazione. E due è in effetti il numero chiave: due sono i registi, Riccardo Donna e Tiziana Aristarco, coppia anche nella vita, già al timone di «La grande famiglia», e due le sceneggiatrici, Doriana Leondeff e Gloria Malatesta, che nella loro corposa carriera hanno fatto anche molto buon cinema.

Tra risate e lacrime

La morale è quella del titolo: nell’educazione dei figli non esiste una ricetta giusta, valida per tutti. Insomma, come fai sbagli. «Girandola però» dice Daniele Pecci, nella fiction marito «moderno» nonché narratore fuori campo «ho capito un po’ di più come l’educazione dei ragazzi sia al centro della società. Oggi educare i figli sembra una cosa privata, affidata alla singola famiglia, ma dovrebbe forse essere la stessa società, attraverso per esempio psicologi e sociologi, a fornire strumenti utili ai genitori» (e Sorrisi ha subito seguito il suggerimento, chiedendo a Raffaele Morelli di regalarci qualche consiglio in merito, nella pagina a fianco). «La bellezza di questa serie» aggiunge Francesca Inaudi, nella fiction compagna di Pecci «è che riesce a mescolare i codici: ci sono momenti di buonumore, ma anche di sofferenza, di difficoltà nel relazionarsi con i figli adolescenti, proprio come in ogni famiglia: è stato bello e impegnativo mettere una verità dentro un tono di commedia cercando di tenere sempre una misura giusta».

Un format francese

Inconvenienti sul set? Qualcuno. Caterina Guzzanti, per esempio, l’irreprensibile mamma Piccardo, è passata in un lampo dal parto reale del primo figlio («Ho fatto i provini che ero ancora incinta») a ritrovarsi madre di tre figli, il primo dei quali diciottenne. «È la magia della fiction» scherza l’attrice. «Ma il peggio è stato girare scene invernali coperti di cappotti nella Roma afosa della scorsa estate, tormentati dal caldo e divorati dalle zanzare». L’origine della fiction è oltralpe, nella seguitissima «Fais pas ci, fais pas ça», arrivata in Francia all’ottava stagione. Perciò non è detto che «Come fai sbagli» finisca nel 2016, anzi. «Questa fiction nasce proprio col desiderio che sia amata e che prosegua nel tempo» dice Enrico Ianniello, nella serie marito della Guzzanti «e che le storie dei Piccardo e degli Spinelli possano andare avanti. Ma a deciderlo sarà il pubblico, al quale speriamo di piacere».