Home TvFictionDon Matteo 10, a tu per tu con Andrés Gil

Don Matteo 10, a tu per tu con Andrés Gil

Il giovane attore argentino, che nella fiction con Terence Hill è Tomas, parla dei suoi progetti

Foto: Terence Hill e Andrés Gil in «Don Matteo 10»

28 Marzo 2016 | 09:10 di Tiziana Lupi

Dimenticate il giovane indeciso che abita nella canonica di Don Matteo e non ha ancora capito cosa vuole dalla vita e dalla sua storia d'amore con Laura (interpretata da Laura Glavan). Quanto a determinazione Andrés Gil non ha proprio niente in comune con Tomàs. La prova? Mentre «Don Matteo 10» appassiona milioni di spettatori ogni giovedì, lui è volato a Madrid per lavorare a un nuovo progetto. «Quando posso però mi piace guardare le puntate insieme con i colleghi della fiction. Ci siamo trovati talmente bene sul set che siamo diventati amici».

Diciamolo, Tomàs non si sta comportando bene con la «sua» Laura.
«Già, il suo passato gli impedisce di avvicinarsi alle persone e di dimostrare loro quello che prova. Succede con Laura e con lo stesso Don Matteo. Poi è orgoglioso, non riesce ad ammettere i suoi errori e così finisce sempre nei guai. Ma qualcosa potrebbe cambiare?».

Ci sta anticipando il finale?
«Non potrei mai! Posso solo dire che l'ultima puntata della stagione sarà una sorpresa. Io stesso quando ho letto la sceneggiatura non riuscivo a crederci».

Si parla già di «Don Matteo 11».
«Non saprei, ma sarei molto felice di esserci. Quando sarà il momento ne parleremo con la produzione, la Lux Vide. ?Don Matteo? mi ha dato tantissimo e devo ringraziare anche Terence Hill se sono diventato un attore».

In che senso?
«Lui ha sempre il polso della situazione anche quando non sta girando e questo ti fa sentire più sicuro durante le riprese».

Sul set della fiction ha conosciuto Belen Rodriguez.
«È una persona incredibile, simpatica e alla mano. Purtroppo abbiamo girato poche scene insieme, però abbiamo parlato un bel po', soprattutto dell'Argentina che è la nostra terra. Succede sempre così quando due argentini si incontrano».

Sul set Belen sarà stata corteggiatissima, immagino.
«Non da me, non potrei mai corteggiare una collega!».

Visto che siamo in argomento?
«Vuole sapere se sono fidanzato? La risposta è no. Ogni tanto mi fotografano con qualche amica e scrivono che è la mia fidanzata, ma la verità è che sono single. Quando troverò la persona giusta le assicuro che lo saprà tutto il mondo».

Torniamo al suo lavoro, cosa sta facendo a Madrid?
«Con un'amica e mio fratello vogliamo portare in Italia ?adLIB!?, una rete per mettere in contatto tutti coloro che lavorano nell'industria creativa».

Non si metterà a fare solo il produttore! Continuerà a recitare, vero?
«Certo! Ora sto doppiando ?Chiamatemi Francesco? che, dopo l'uscita al cinema, andrà in onda nei prossimi mesi in forma ?ampliata? e a puntate su Canale 5. Sarò padre Pepe, un sacerdote amico di Bergoglio che lavora nelle periferie di Buenos Aires. Un ruolo emozionante, per la prima volta ho interpretato una persona vera. Mi sono impegnato molto per trovare l'anima del mio personaggio. Poi girerò ?Che Dio ci aiuti 4?. Sarò il dottor Carlo Romero, ma è probabile che mi vedrete solo in una puntata».