Home TvFictionDon Matteo, come nasce una puntata

Don Matteo, come nasce una puntata

Ideazione, scrittura, punti chiave: lo sceneggiatore Mario Ruggeri ci svela come si costruisce la trama di un episodio della fiction Rai con Terence Hill

Foto: Lo sceneggiatore Mario Ruggeri con Terence Hill

28 Gennaio 2016 | 14:30 di Manuela Puglisi

La decima stagione di Don Matteo, c'era da aspettarselo, ha fatto registrare fin dalla prima puntata un boom di ascolti. Con la sua simpatia Terence Hill ha conquistato ancora una volta il pubblico italiano superando abbondantemente i 9 milioni e mezzo di telespettatori.

Come si cambia:
Dopo dieci stagioni la fiction di Raiuno continua quindi a essere una delle più amate del piccolo schermo. Ma con il passare del tempo anche Don Matteo si è trasformato. La prima puntata trasmessa nel lontano 2000, infatti, era costruita su 50 minuti di trama "gialla" e Nino Frassica compariva solo tre volte. Adesso invece in una sola puntata si snodano più storie: un caso su cui investigare, due racconti d'amore e un racconto in stile commedia.


Parola di Mario:
Ma per capire meglio il successo di Don Matteo, che trova la propria ispirazione nel personaggio di Padre Brown (creato dallo scrittore Gilbert Keith Chesterton e portato in tv da Renato Rascel negli Anni 70), abbiamo incontrato lo sceneggiatore Mario Ruggeri che ci ha raccontato come nasce una puntata della fiction, com'è strutturata e dove gli autori trovano ispirazione per inventare nuove avventure per il prete più amato della tv.