Home TvFiction“Don Matteo”, Pasquale Di Nuzzo interpreta Jordi

“Don Matteo”, Pasquale Di Nuzzo interpreta Jordi

Puntata dopo puntata è entrato sempre più nel cuore dei fan della fiction. Parliamo del ragazzo che vive per la danza ma a causa di un incidente stradale subisce l’amputazione di una gamba

Foto: Pasquale Di Nuzzo con Mariasole Pollio

05 Marzo 2020 | 8:40 di Simona De Gregorio

Puntata dopo puntata è entrato sempre più nel cuore dei fan di "Don Matteo 12". Parliamo del personaggio di Jordi, il ragazzo che vive per la danza ma a causa di un incidente stradale subisce l’amputazione di una gamba. A interpretarlo è Pasquale Di Nuzzo, che conosciamo per aver partecipato ad "Amici 12" come ballerino. Poi, ingaggiato dalla Disney, si è trasferito in Sudamerica dove ha recitato nel film "Tini - La nuova vita di Violetta" e nella serie "Soy Luna" 2 e 3. E ora si gode la popolarità che la fiction di Raiuno gli sta regalando.

Pasquale, per un ballerino non sarà stato facile il ruolo di Jordi...
«È stato molto difficile restare distaccati. Pensavo “Se succedesse a me?”. Ma non puoi avere una risposta finché non accade. Comunque ammiro la forza di Jordi nel reagire. E poi mi ha aiutato molto Mariasole Pollio (Sofia): siamo diventati amici e nelle prossime puntate della fiction il legame tra i nostri due personaggi si farà più profondo».

Cosa rappresenta la danza per lei?
«La danza fa parte della mia vita da quando avevo cinque anni. Ma potrei rinunciarvi. Le uniche cose di cui non potrei fare a meno sono la famiglia, l’amore e la fede. Sono molto credente».

Che ricordi ha di "Amici"?
«Desideravo tantissimo partecipare. Ed è stata un’esperienza formativa importantissima, sia dal punto di vista professionale che umano».

E in Sudamerica com’è andata?
«Vivere in un altro continente, conoscere altre culture, recitare in un’altra lingua ha rappresentato un’opportunità fantastica e unica».

E lì ha trovato anche l’amore: si è fidanzato con Giovanna Reynaud, conosciuta sul set di "Soy Luna".
«Sì. Anche se lei vive in Messico e ci vediamo solo ogni tre mesi, abbiamo un rapporto solido e un progetto di vita insieme».

È questo il suo sogno?
«Desidero una famiglia numerosa, aprire una scuola di recitazione e ballo con Giovanna e un giorno, magari, recitare in un film d’azione, tipo Tom Cruise in Mission Impossible (ride)».