Home TvFictionDopo una lunga attesa torna «Sacrificio d’amore»

Dopo una lunga attesa torna «Sacrificio d’amore»

Sospesa a gennaio, riparte su Canale 5 il 20 giugno la fiction con Francesco Arca ambientata tra le cave di Carrara

Foto: Andrea Montovoli e Francesco Arca in «Sacrificio d'amore»

14 Giugno 2018 | 17:49 di Solange Savagnone

La prima parte di «Sacrificio d’amore», grande romanzo popolare in costume ambientato a Carrara a ridosso della Prima guerra mondiale, si era conclusa lasciandoci sul più bello.

Dove eravamo rimasti?

Per pagare le cure al suo amante Brando (Francesco Arca), cavatore idealista e passionale che si era ammalato di tubercolosi, Silvia (Francesca Valtorta) aveva chiesto i soldi al marito Corrado (Giorgio Lupano), ingegnere minerario e proprietario della cava dove lavorava lo stesso Brando. L’uomo aveva accettato di darle i soldi a una condizione: che lasciasse l’amato. E così era andata.

Nell’ultima puntata, trasmessa lo scorso gennaio, Silvia aveva detto addio a Brando, che per la disperazione aveva smesso di curarsi. In clinica, però, c’è una giovane paziente, la contessina Lucrezia (Federica De Benedittis), che lentamente gli ridà la gioia di vivere. Invece Corrado, ossessionato dal tradimento della moglie, la allontana da ciò che ha di più caro: il figlio Simone.

Come andrà a finire?

Nei prossimi episodi, al via su Canale 5 il 20 giugno, la situazione si complicherà ulteriormente, anche per l’arrivo di nuovi personaggi che porteranno scompiglio nella vita dei protagonisti. Conosceremo infatti Jacopo Farnesi di San Rossore (Maurizio Trombini), il padre di Lucrezia, nobile toscano di campagna, vedovo e pronto a fare qualunque cosa per la figlia, anche a scontrarsi con il figlio maggiore Livio (Alex Belli).

Sfrontato e arrogante, il rampollo è legatissimo alla sorella ma non approva le sue scelte, soprattutto in amore. Intanto, ad animare il teatro di Carrara arriva Nanà (Roberta Giarrusso): una donna sensuale e indipendente, un’artista che attraversa la vita con allegria. Sicura di sé e del potere che esercita sugli uomini, ha però una malinconia di fondo. L’incontro con Alessandro Lucchesi (Luca Bastianello), medico al Santa Corona, la porterà a riflettere sul suo modo di vivere e ad aprire il suo cuore alle emozioni e all’amore.

La storia e i personaggi