Home TvFictionFrancesca Inaudi e la sua doppia vita nelle fiction di Raiuno

Francesca Inaudi e la sua doppia vita nelle fiction di Raiuno

Tra «Come fai sbagli» e «Una pallottola nel cuore 2», l'attrice è uno dei volti più presenti del momento in tv

Foto: Francesca Inaudi

13 Aprile 2016 | 11:07 di Simona De Gregorio

«Oddio, spero di non annoiare il pubblico che, accendendo la tv, si ritrova sempre davanti la mia faccia». Già, perché Francesca Inaudi la domenica sera è su Raiuno in Come fai sbagli nei panni di Valeria Spinelli, madre liberale e progressista di una ragazza adolescente frutto di una precedente relazione e di un altro figlio avuto dall'attuale compagno (Daniele Pecci). Il martedì la ritroviamo invece, sempre sulla stessa rete, in Una pallottola nel cuore 2. Qui interpreta Maddalena, una ragazza inquieta sposata con un uomo sconclusionato e totalmente dedita al loro bambino, che scopre all'improvviso di avere un padre (Gigi Proietti).

Francesca, partiamo da Valeria. Come è stato interpretarla?
«Mi è piaciuto molto il ruolo perché tocca un bacino di emozioni molto vasto. Valeria è una donna che cerca di tenere insieme la famiglia, ma nello stesso tempo non ha tagliato il cordone ombelicale, si sente ancora figlia e si preoccupa del giudizio della madre (Loretta Goggi). Quindi, laddove cerca di creare armonia, in realtà finisce per cacciarsi in situazioni imprevedibili».

E per di più deve affrontare i conflitti con una figlia adolescente. Lei com'era da ragazzina?
«Io sono stata educata con principi molto solidi. Oggi i ragazzi si sentono alla pari con i genitori, non hanno più rispetto per chi è più grande di loro. Non viene neanche contemplata l'idea che si possa imparare da chi ha sulle spalle un bagaglio di esperienze».   

Quindi lei era la figlia ?modello??
«No, ma non ho neanche mai avuto reazioni aggressive nei confronti dei miei genitori, che mi hanno insegnato delle regole etiche basilari, come il non peccare di arroganza e l'essere umile. Oggi i ragazzi sono concentrati su loro stessi, danno tutto per scontato e perdono la possibilità di fallire e di imparare dai loro sbagli».


È stato difficile interpretare una donna così distante da lei come Valeria?
«Mi associo a quello che dice Meryl Streep, ovvero ?Adoro l'immaginazione?. Intendo dire che per un'attrice è una sfida calarsi in personaggi molto diversi da sé. Comunque io ho attinto dalla mia esperienza: i miei genitori sono separati ed entrambi si sono ricostruiti una vita e ho due fratellastri molto più giovani di me. Insomma, anche la mia non è una famiglia tradizionale?».

Non ha mai pensato di metterne su una sua?
«Adesso sì, forse perché a differenza di Valeria mi sento una donna risolta, mi sono sganciata dal ruolo di figlia e sono pronta per diventare madre».

A proposito di figli, in Una pallottola nel cuore 2 lei è una figlia che scopre di avere un padre?
«Sì, sono Maddalena, moglie e madre di un bambino, che scopre di avere un padre. Un ruolo scomodo, di quelli che non vorresti fare».

Che cosa intende?
«E' un personaggio con tanta rabbia, risentimento e dolore. Nella prima stagione aveva ricucito le cicatrici del passato riversando tutte le attenzioni sul figlio. Ma adesso arriva un padre ingombrante che mette in discussione tutto il suo mondo, si trasforma in una bambina in balia delle proprie emozioni. Non è stato semplice evitare di renderla sgradevole? nel periodo delle riprese ero stanca, Maddalena mi si è incollata addosso come una seconda pelle e mi ha resa ispida, a volte intrattabile. Tanto più che per alcuni giorni mi sono dovuta dividere tra il set di Come fai sbagli e quello di Una pallottola».

Come è riuscita a superare le difficoltà?
«Io mi appoggio molto al trucco e ai vestiti. Lavoro tantissimo sul look del personaggio e quando mi guardo allo specchio mi ci calo completamente, dimenticando tutto il resto».

Non ha invece alcun problema a dividersi tra cinema e tv?
«Trovo che solo in Italia si faccia distinzione tra piccolo e grande schermo. Un attore dovrebbe provare entrambi. Altrimenti è come se un idraulico sapesse avvitare un tubo ma non riparare un rubinetto».

Foto: Francesca Inaudi con Gigi Proietti in «Una pallottola nel cuore 2»