Home TvFiction“Il cacciatore 2”, prosegue la battaglia contro la mafia

“Il cacciatore 2”, prosegue la battaglia contro la mafia

Dal 19 febbraio su Raidue arrivano le quattro nuove puntate della serie tv tratta dal romanzo autobiografico “Cacciatore di mafiosi” del magistrato Alfonso Sabella

Foto: Francesco Montanari in "Il cacciatore"

13 Febbraio 2020 | 9:20 di Antonella Silvestri

Dal 19 febbraio su Raidue arrivano le quattro nuove puntate della seconda stagione di “Il cacciatore”, la serie tv tratta dal romanzo autobiografico “Cacciatore di mafiosi” (Mondadori, 13,50 euro) del magistrato Alfonso Sabella.

Il protagonista è Francesco Montanari nel ruolo del pubblico ministero Saverio Barone (l’alter ego di Sabella), sostituto procuratore del pool antimafia di Palermo. Tutto comincia dove era terminata la prima edizione. Siamo nel 1996. Dopo il matrimonio con la compagna Giada (Miriam Dalmazio), Barone sembra avere ritrovato il suo equilibrio.

Ma il rapimento del piccolo Giuseppe Di Matteo, sequestrato nel 1993 dalla mafia per ricattare il padre pentito Santino, getta il magistrato in una profonda crisi. Salvare il piccolo (che venne soffocato e sciolto nell’acido) e assicurare alla giustizia i colpevoli, a cominciare dal feroce boss Giovanni Brusca (Edoardo Pesce), diventa la sua ossessione. «Sprofonda così in una solitudine che gli fa perdere gli amici e persino la moglie. Lui sta dalla parte della legalità, ma non sai mai se tutto quello che fa è perché vuole difendere i deboli o perché è spinto dall’ambizione» spiega Montanari, che aggiunge: «Il momento più forte che ho vissuto sul set è stato quando abbiamo girato in un sotterraneo identico a quello dove fu tenuto il piccolo Giuseppe. Guardare quel lettino è stato un colpo…».

Da segnalare, tra i nuovi ingressi, Francesca Inaudi nel ruolo della poliziotta Lagoglio.