Home TvFiction“Il commissario Montalbano – Salvo amato, Livia mia”: trama e cast

“Il commissario Montalbano – Salvo amato, Livia mia”: trama e cast

Lunedì 9 marzo, primo appuntamento con i nuovi episodi della fiction di Raiuno con Luca Zingaretti

Foto: Montalbano e i suoi fedelissimi: da sinistra, l’ispettore Fazio (Peppino Mazzotta) e il vice commissario Mimì Augello (Cesare Bocci)

09 Marzo 2020 | 12:00 di Redazione Sorrisi

Lunedì 9 marzo, in prima serata su Raiuno, il primo dei due episodi inediti della fiction con Luca Zingaretti tratta dai romanzi di Andrea Camilleri

Il titolo dell'episodio è "Salvo amato, Livia mia".

Cast

Registi: Alberto Sironi e Luca Zingaretti

Attori: Luca Zingaretti, Sonia Bergamasco, Cesare Bocci, Peppino Mazzotta, Rosario Lisma, Angelo Russo, Luciano Scarpa, Roberta Giarrusso, Federica De Benedittis, Katia Greco, Davide Lo Verde, Giovanni Guardiano, Ketty Governali, Fabio Costanzo, Saro Minardi, Vitalba Andrea

Trama

Un metronotte percorre le vie della periferia di Vigàta finché, fermandosi davanti al cancello di una villa, non si accorge che la serratura è stata forzata.

Viene fermato il giovane figlio di Adelina, la governante del commissario Montalbano, il quale si professa subito innocente. Ma qualcosa non torna e il commissario decide di prolungare il fermo: cosa è successo veramente in quella villetta?

Intanto, nella sonnolenta cittadina di Vigàta viene brutalmente uccisa una giovane donna. Il suo corpo martoriato viene rinvenuto nell’archivio comunale, dove la ragazza lavorava.

L’anomalia è che la ragazza non doveva essere lì: gli uffici erano chiusi per lavori di ristrutturazione, nell’edificio lavoravano solo gli operai della ditta a cui erano stati appaltati tali lavori.

Perché allora la ragazza era nell’edificio, cosa era andata a fare? E perché è stata uccisa? Si è trattato di un delitto premeditato, di passione, o cos’altro si nasconde dietro in questo efferato omicidio? E come ha fatto l’assassino a uscire indisturbato dall’edificio con tutti i vestiti “allordati” di sangue?

Il commissario Montalbano appena saputo il nome della vittima chiama Livia a Boccadasse: la ragazza infatti, benché più giovane, era intima amica di Livia, che arriva subito a Vigàta per consolare i genitori della ragazza, figlia unica, e partecipare alle esequie.

Le indagini porteranno alla luce la variegata personalità della vittima e le sue molteplici vite.

Uno dopo l’altro vari personaggi saranno sospettati dell’omicidio, per poi essere scagionati dalle evidenze, in un gioco di continui colpi di scena.

La verità si imporrà alla fine in tutta la sua crudezza.