“Imma Tataranni – Sostituto Procuratore”: trama, cast e personaggi della seconda stagione

Da martedì 26 ottobre su Rai1 arrivano i nuovi episodi della fiction sul Sostituto Procuratore interpretata da Vanessa Scalera

Vanessa Scalera
26 Ottobre 2021 alle 10:59

Dopo il successo della prima serie, torna "Imma Tataranni – Sostituto Procuratore", la fiction con Vanessa Scalera in onda in prima visione su Rai1, a partire da martedì 26 ottobre 2021 per quattro appuntamenti (a seguire il 2, l’8 e il 9 novembre), disponibili anche in streaming su RaiPlay.

Prodotta da Rai Fiction e ITV Movie e ispirata ai libri di Mariolina Venezia, la serie è diretta da Francesco Amato sulla sceneggiatura dalla stessa autrice Mariolina Venezia insieme a Salvatore De Mola, Pier Paolo Piciarelli, Michele Pellegrini e Luca Vendruscolo.

Nella seconda stagione di "Imma Tataranni – Sostituto Procuratore", sempre ambientata a Matera, ritroviamo la protagonista creata dalla penna di Mariolina Venezia e interpretata da Vanessa Scalera, in equilibrio tra passato e futuro e alle prese con nuovi delitti, che affronta come sempre con grinta senza perdersi in chiacchiere e contando sulla sua prodigiosa memoria e varie questioni familiari.

La trama

È settembre, ritroviamo Imma al rientro da un fine settimana a Parigi con la famiglia. Pietro è positivo ed entusiasta mentre Valentina è alquanto contrariata perché da poco è stata lasciata dal suo ragazzo, Samuel. Per Imma si è trattato di un meritato seppur breve viaggio di piacere, visto che ha lavorato tutta l'estate al processo Romaniello. Ma appena rimette piede in casa, viene subito convocata per un caso di omicidio avvenuto durante la transumanza e che ha come testimone il procuratore capo Vitali in persona, che come da copione viene interrogato senza alcuna pietà dalla PM nel bel mezzo di una radura. Oltre alle indagini, di fronti aperti Imma ne ha più d’uno. Innanzitutto deve chiarire la delicata relazione con il maresciallo Calogiuri, bello quanto educato, segnata da quel bacio pieno di passione proibita durante la festa della Bruna poco prima delle ferie. Poi deve portare avanti un ménage familiare con qualche incognita in più dato che Pietro è intenzionato ad aprire un jazz club nel lamione della madre e a lasciare il lavoro in Regione; Valentina, delusa dal suo primo amore, forte della complicità col figlio di Vitali appena arrivato a Matera, abbraccia le ideologie ambientaliste rischiando di mettere nei guai la stessa Imma. C’è poi Brunella, la madre anziana, che per fortuna continua ad andare d’amore e d’accordo con il suo badante. Sul versante suocera è malauguratamente costretta ad accettare per un po’ la sua ospitalità, con tutto ciò che ne consegue. A completare il quadro c'è il variegato mondo dei personaggi della procura: in cima a tutti il procuratore Vitali, autorevole in pubblico ma prudente e scaramantico nel privato, soprattutto da quando è arrivato a Matera il figlio adottivo, Gabriele, un contestatario senza pari; poi la cancelliera Diana, tornata single dopo l’accidentata separazione dal marito; l’agente Matarazzo, ancora pericolosamente innamorata di Calogiuri; la Moliterni, impiegata all’archivio della procura nonché moglie del prefetto, da cogliere con le mani nel sacco visto che al lavoro pare allergica e il maresciallo Lamacchia che ha la sconsiderata ambizione di lavorare al fianco della Tataranni.

Il trailer

Seguici