Home TvFictionFlavio Insinna: «Lo ammetto, stavolta mi sono imbucato»

Flavio Insinna: «Lo ammetto, stavolta mi sono imbucato»

L'attore ci ha raccontato come si sia offerto per recitare in «La classe degli asini», colpito dalla storia

Foto: «La classe degli asini» di A. Porporati  - Credit: © Fabrizio Di Giulio

14 Novembre 2016 | 12:44 di Stefania Zizzari

«La classe degli asini»: trama, cast e personaggi

«È stata la prima e unica volta nella mia vita in cui mi sono ?imbucato? in un lavoro» racconta ridendo Flavio Insinna, insegnante de «La classe degli asini». «Con Fabio Masi, che ha collaborato alla sceneggiatura, siamo amici da tanto. Mi disse: ?Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi di questo copione?. Ho cominciato a leggerlo e mi sono commosso: non capita spesso. Tra una lacrima e l'altra sono arrivato alla fine e ho fatto una cosa che non avevo mai fatto prima: ho chiamato il produttore Matteo Levi, che già conoscevo, e mi sono proposto, con un certo imbarazzo, per il ruolo del professore giovane e ribelle. Magari non sarebbe stato giovane, ma ribelle sì...».

E così Flavio è diventato Felice Giuliano, un insegnante illuminato. «Felice è un personaggio di fantasia, ma potrebbe essere qualsiasi insegnante di buona volontà che crede a una scuola aperta a tutti. È un tema attuale: quello che non conosciamo ci fa paura e la sfida è accogliere, capire. Non come un peso, ma come una ricchezza, un arricchimento reciproco. Alle elementari avevo un compagno di banco con problemi comportamentali e di equilibrio psichico. Era pure un gigante fisicamente, ma superata la paura dell'impatto era divertente: ?Che combinerà oggi?? mi chiedevo. Al di là del fatto specifico dell'abolizione delle classi speciali, ?La classe degli asini? è un film che trasuda passione e voglia di superare qualunque tipo di differenza. Con uno straordinario regista, Andrea Porporati, e il resto del cast, c'erano persone con disabilità vere, abbiamo fatto un prezioso viaggio umano, prima ancora che professionale. Per non parlare di Vanessa, una forza della natura. Sul set ha empatizzato in un attimo con schiere di bambini: ha un occhio fanciullesco su tutto. E poi è travolgente, sorride, ti abbraccia e ti contagia con la sua gioia di vivere».

Vanessa Incontrada è la protagonista de «La classe degli asini»