Home TvFiction«La dottoressa Giò», Barbara d’Urso: «Sono una combattente (e non solo sul set)»

«La dottoressa Giò», Barbara d’Urso: «Sono una combattente (e non solo sul set)»

«La protagonista della serie ha lottato per avere giustizia. Ma ora la ritroverete piena di energie, come mi sento io: nel 2019 sarò in tv con 5 programmi!»

Foto: Barbara d’Urso (vero nome Maria Carmela d’Urso) nei panni della Dottoressa Giò, che debuttò in tv nel 1995: l’ultima puntata andò in onda 20 anni fa  - Credit: © Fabrizio Di Giulio

11 Gennaio 2019 | 09:55 di Federico Lusenti

Avvertenza per i lettori: se nel 2019 vi capiterà di vedere Barbara d’Urso a qualsiasi ora del giorno e della notte, in qualsiasi giorno della settimana, non chiamate né il medico né l’antennista. Non avete le allucinazioni e la vostra tv funziona benissimo.

È solo che Mediaset ha scelto di «dursizzare» all’ennesima potenza Canale 5: «Pomeriggio Cinque», «Domenica Live», «Dottoressa Giò», «Grande Fratello 16» e un nuovo show di prima serata a febbraio, ancora tutto da scoprire.

Barbara, appena rientrata da un viaggio a Cuba per un progetto top secret (un altro!), alterna entusiasmo a una sana sensazione di terrore. «Terrorizzata sì, lo sono. Certamente lusingata dalla scelta di Mediaset, ma ovviamente è una sfida durissima, la più complessa della mia carriera» racconta a Sorrisi.

• Christopher Lambert, un «highlander» in camice bianco

Andiamo per gradi: fa effetto rivederla con il camice dopo 20 anni.
«Ho sempre creduto nel ritorno della dottoressa Giò, Mediaset mi ripeteva che non avevo il tempo di girarla ma la scorsa estate ho rinunciato alle vacanze per stare sul set: è stata una grande emozione. Giò viene assolta dal tribunale dopo essere stata accusata per il gesto estremo di una paziente e torna a fare la ginecologa, più determinata che mai».

Nel cast c’è Christopher Lambert, che sul set si è innamorato di un’attrice, Camilla Ferranti, e presto i due si sposeranno. Nella realtà, non nella fiction!
«Io non mi sono accorta di nulla, l’ho scoperto sui giornali. Evidentemente Giò è anche un po’ Cupido!».

Ma è vero che Lambert l’ha fatta finire al pronto soccorso?
«È stato un incidente. Durante la scena di una colluttazione mi ha dato un colpo un po’ troppo forte al torace, ho avuto un trauma all’emicostato sinistro. Ma si sa, lui è Highlander».

Nel cast c’è anche Eleonora d’Urso. Il cognome non ci è nuovo...
«È mia sorella, fa una partecipazione, è un’attrice bravissima che ha lavorato in tante fiction e a teatro. Lei è nata dal matrimonio di mio padre con Wanda, la mia seconda madre. Siamo sei fratelli legatissimi, e sono tutti pazzi come me. Ogni Natale ci ritroviamo a casa di Wanda e succede qualunque cosa: musica a palla, c’è chi mangia di nascosto i piatti cucinati da mio fratello Alessandro… Quest’anno la nostra festa mi è mancata».

Già, lei che ci faceva a Natale a Cuba?
«Ho lavorato a un nuovo progetto che non riguarda né la tv né la fiction, ne sentirete parlare prima dell’estate… L’Avana è un posto incredibile, non ci ero mai stata. Ho apprezzato molto la loro cucina, un po’ spagnola e un po’ africana. Con la mia famiglia ci siamo videochiamati per la nostra tradizionale canzone di Natale: “Cinco bbell, cinco bbell”. A Napoli “Jingle Bells” la cantiamo così».

Torniamo alla tv. Nel comunicato stampa si legge: «Autunno da record per Barbara d’Urso con «Pomeriggio Cinque» e «Domenica Live» sempre saldamente al vertice degli ascolti. Ora l’unione vincente tra Canale 5 e la d’Urso prosegue e si rafforza». Ci spiega?
«Visto il grande successo che il pubblico ha continuato a regalarci, «Domenica Live» è stato promosso in prima serata: partirà a metà febbraio e sarà un’evoluzione della trasmissione del pomeriggio, che comunque dal 13 gennaio tornerà in onda ma seguirà gli stessi orari di «Pomeriggio Cinque», cioè dalle 17.20, per permetterci di lavorare anche sugli altri fronti. Mediaset avrebbe voluto mantenere anche le cinque ore di diretta della domenica pomeriggio, ma sarebbe stato per me impraticabile: oltre alla nuova prima serata, ad aprile partirà anche il “GF” in diretta da Roma».

Quindi la nuova prima serata nascerà da una costola di «Domenica Live»?
«Sì, andrà in onda il mercoledì sera, avrà contenuti simili ma inseriti dentro meccanismi totalmente inediti, con un forte coinvolgimento del pubblico. Lo studio sarà nuovo e avrà qualche “effetto speciale”. È un esperimento che Mediaset ha in mente da tempo e che è già stato praticato sulla tv spagnola. Sicuramente rischioso, ma per me questa promozione è un grande onore e ringrazio il mio editore Pier Silvio Berlusconi per la fiducia».

Ad aprile sarà in onda in contemporanea con quattro trasmissioni in diretta, di cui una, il «GF», da Cinecittà. Si è organizzata con thermos e brandina?
«A un certo punto si era persino ipotizzato di spostare il “GF” a Milano! Studio a Cologno e casa a Cinecittà, ma i concorrenti non sarebbero potuti arrivare in studio la sera della loro eliminazione. Ormai mi sono abituata a questa vita, per me conta solo l’affetto del pubblico».

Sappiamo che il suo cuore è dei suoi figli e del pubblico, lo ripete ogni giorno! A proposito di figli, ha fatto pace con Emanuele dopo «Scherzi a parte»?
«La cosa più sorprendente dello scherzo è stata proprio la complicità di mio figlio: per me era impossibile che lui, la persona più riservata del mondo assieme a suo fratello, si prestasse a stare davanti alle telecamere. Per questo ci sono cascata. L’ho perdonato ma troverò il modo di vendicarmi».

Il suo «GF» con gli sconosciuti ha avuto ascolti più alti dell’ultimo «GF Vip»: come se lo spiega?
«È sempre difficile prevedere come si comporteranno i concorrenti, a volte creano dinamiche forti che fanno discutere, altre volte sono più trattenuti. Ma Ilary Blasi è stata impeccabile e sono contenta sia della vittoria di Walter Nudo sia delle mie opinioniste entrate nella casa, dalla Marchesa alla Del Santo».

I giornali dicono che lei e la De Filippi siate le donne più potenti della tv. Che rapporto c’è tra di voi?
«Io e Maria ci sentiamo spesso e ridiamo un sacco. Anche con Maurizio Costanzo: al telefono mi chiama “Dottoressa Giò”. I siti costruiscono rivalità, ma io ho ottimi rapporti con tanti bravissimi colleghi, da Silvia Toffanin a Bonolis».

Faccia un augurio ai lettori di Sorrisi per il 2019.
«C’è un detto napoletano che dice: “‘A collera è fatta a cuoppo, chi s’ ‘a piglia schiatta ‘ncuorpo”. Significa che non dovete arrabbiarvi, vi fa solo male. Mandate amore a tutti, anche agli infelici che parlano male di voi. È questo il segreto: sorridere sempre!».

Giò, ma dov’eri finita in tutti questi anni?

Nella prima stagione (1997) la dottoressa Giorgia Basile, ginecologa amica delle donne, perde il figlio che desiderava tanto. Questo porterà alla fine del matrimonio con Armando (Fabio Testi), avvocato dongiovanni. Nella seconda stagione (1998) deve rinunciare a un altro sogno: diventare primario. Desiderio che realizzerà nei 20 anni in cui non abbiamo visto Giò in tv. A causa di un incidente avvenuto proprio nel reparto che dirige, però, ha dovuto lasciare momentaneamente la professione. Ma ora che le accuse contro di lei sono cadute, può tornare finalmente al lavoro.