Home TvFiction“L’allieva”: finalmente sposi (ma sarà proprio così?)

“L’allieva”: finalmente sposi (ma sarà proprio così?)

La fiction riparte con le nozze tra Alice e il dottor Conforti. Ce lo raccontano Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale

Foto: Lino Guanciale e Alessandra Mastronardi

24 Settembre 2020 | 8:44 di Stefania Zizzari

Si sente già il profumo dei fiori d’arancio. Le note della marcia nuziale risuonano nell’aria. E sui visi dei fan di “L’allieva” (la serie tratta dai gialli di Alessia Gazzola e prodotta da Endemol Shine Italy) si disegna un’espressione sognante.

L’amata protagonista Alice Allevi e il suo mentore, il burbero professor Claudio Conforti, elegantissimi in abiti nuziali, sono davanti all’altare e... che succede? Saranno davvero sul punto di pronunciare il fatidico “sì”? Oppure si tratta di una delle “solite” visioni di Alice? L’abbiamo chiesto ai protagonisti Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale.

Alessandra, Lino, i vostri personaggi arrivano finalmente a fare il grande passo?
Alessandra: «Alla fine della scorsa serie abbiamo lasciato Alice e Claudio con una specie di promessa di matrimonio, che si concretizzerà nella prima puntata della nuova stagione. Naturalmente sarà una proposta fatta nello stile di Conforti: non vi aspettate i violini... (ride). Bisognerà vedere se poi, prima della fine delle sei nuove e rocambolesche puntate, i due arriveranno davvero a dirsi il fatidico “sì”».
Lino: «Chi segue la serie sa bene che Alice sogna molto. Lo farà anche in questa stagione. E le sue visioni matrimoniali sono variegatissime e molto divertenti: si ha a che fare con una visionaria, non mi fiderei dell’“intuito lineare” di Alice (ride)».

Alice sarà anche una visionaria ma lei, Lino, il “sì” l’ha detto sul serio. E quasi in contemporanea con Conforti...
«È vero, è stato buffo. Ho messo e tolto l’abito nuziale svariate volte. Un giorno mi sono sposato sul set per finta e il giorno dopo ero in Campidoglio a sposarmi veramente (con la sua compagna Antonella Liuzzi, ndr). È una delle cose straordinarie del nostro lavoro!».

Le è riuscito pure di non farlo sapere a nessuno.
«Se si vuole mantenere una cosa riservata, ci si riesce».

Lino, è felice?
«Sì, sono molto felice».

Alessandra, a furia di girare scene di matrimonio per finzione, non è venuta voglia anche a lei di sposarsi nella realtà?
«Sicuramente è nei piani e spero accada presto. Non so se mi riuscirà il colpaccio di farlo in modo così discreto come ha fatto Lino, lui è stato “aiutato” in questo dal lockdown: le pubblicazioni non le aveva viste nessuno... (ride). Ma non vorrei certo un’altra pandemia quando io e Ross (McCall, attore scozzese, ndr) decideremo di fare il grande passo».

Avete girato insieme tre stagioni della fiction. L’ultima in particolare ha avuto una lavorazione travagliata perché interrotta dalla pandemia. Si può dire che siete amici anche fuori dal set?
Alessandra: «Di più. Ormai siamo quasi parenti, una specie di fratelli-cugini e c’è affetto. Da quando nella sua vita è entrata Antonella, Lino ha un sorriso diverso: sono molto felice per loro».
Lino: «È una delle poche persone che sapeva del mio matrimonio “vero”. Questo la dice lunga».

Veniamo ad Alice e Claudio: cosa succede nelle nuove puntate?
Alessandra: «Alice è cresciuta: non è più una specializzanda, ma un medico legale a tutti gli effetti. Con una passione sempre più forte per il suo lavoro e una grande ammirazione per la nuova “Suprema”, la direttrice dell’Istituto di Medicina legale Andrea Manes (interpretata dalla new entry Antonia Liskova, ndr), di cui diventa assistente personale. Quindi si troverà a dividersi tra il lavoro e la coppia. E non sarà facile...».
Lino: «Alice comincia a lavorare in maniera indipendente, viene gratificata per le sue qualità ed entra in una esaltante fase della vita, mentre Claudio si sente in una fase di stallo: bisogna riconfigurare il rapporto. Rimane ovviamente la commedia: chi ama i battibecchi tra i due non resterà deluso, come non lo sarà chi è divertito dalla cattiveria di CC (il soprannome del dottor Claudio Conforti, ndr)!».

Il terzo capitolo sarà l’ultimo?
Alessandra: «Ancora non lo so».
Lino: «Intanto godiamoci la nuova stagione».

Ora cosa vi aspetta?
Lino: «A ottobre comincio a girare “Sopravvissuti”, una coproduzione internazionale della Rai con la rete pubblica tedesca e quella francese, a cui tengo molto. È un thriller molto particolare, forse il progetto più ambizioso tra quelli che mi è capitato di poter fare negli ultimi anni».
Alessandra: «A ottobre ho un progetto per Netflix, per il quale le riprese saranno all’estero. A gennaio invece comincio a girare in Italia un film tv per Raiuno».

A proposito di estero, lei vive a Londra.
«Sì, e abbiamo cambiato casa poco prima del lockdown, che io e Ross abbiamo trascorso a Roma. A Londra abbiamo ancora gli scatoloni e non vedo l’ora di rientrare perché amo arredare: mi dedicherò a rendere quella casa... un po’ più casa!».