Massimo Ranieri è il protagonista di “La voce che hai dentro”

Lo vedremo assieme a Maria Pia Calzone nella nuova fiction di Canale 5

14 Novembre 2022 alle 07:54

Le sbarre alle finestre. I muri grigi e spogli. Il sole che fatica a entrare. E in sottofondo lo stridore dei chiavistelli che chiudono pesanti porte in ferro. Sì, siamo proprio all’interno di un carcere. O meglio. Un carcere perfettamente ricostruito in un palazzo della periferia romana, che per alcuni giorni è il set di “La voce che hai dentro”, la nuova serie di Canale 5 che vede il ritorno alla fiction di Massimo Ranieri da protagonista. Accanto a lui c’è Maria Pia Calzone, la Donna Imma di “Gomorra”.

«Il ritorno sul set? Faccio fatica a “cambiare fuso orario”» scherza Ranieri. «Con il teatro sono abituato ad andare a dormire tardissimo, mentre sul set si comincia a girare presto la mattina. Sto andando a letto alle 22.30 ma a quell’ora a teatro finisce il primo tempo (ride). Prima delle 4 non mi addormento e alle 6 c’è la sveglia». Oggi si gira la prima scena della serie: il personaggio di Michele esce dal carcere dopo dieci anni, condannato per aver ucciso suo padre. «Michele è un discografico, un uomo che vive di musica, e davvero innamorato della musica» racconta Ranieri che lo interpreta. «Quando suo padre è stato ucciso tutte le prove portavano alla sua colpevolezza. Lui però si è sempre dichiarato innocente e nasconde un mistero. Questo è un elemento giallo del racconto».

Il genere della fiction è in realtà un “family”, con un ingrediente fondamentale: la musica. «Michele ha una moglie, tre figli e una casa discografica» prosegue Ranieri. «Negli anni in cui lui è in carcere sua moglie lo lascia per un altro uomo e la casa discografica entra in crisi. Quando Michele esce di prigione vuole riprendere in mano la sua vita. Casualmente incontra una giovane trapper dalla voce straordinaria e punta tutto su di lei, facendole da pigmalione».

L’idea della serie è dello stesso Ranieri: «Ho scritto questa storia 12 anni fa. Anche io, proprio come Michele, sogno di trovare qualcuno che “abbia una voce dentro” per farlo crescere e sbocciare. A lui ho dato la mia stessa testardaggine e il mio amore per la musica». A interpretare la moglie del protagonista c’è Maria Pia Calzone, che dice: «Maria è avvocato, una donna elegante e tosta che ha vissuto un grandissimo amore con Michele, un sentimento arricchito dalla condivisione della musica. Ma quando lui finisce in carcere, lei sente tutto il peso del dover crescere da sola tre figli adolescenti. In dieci anni ritrova faticosamente un equilibrio, ma il ritorno di Michele scombussola tutto». È la prima volta che i due lavorano insieme. «Feci un provino con Massimo per “Riccardo III” a teatro circa dieci anni fa» ricorda la Calzone «ma non andò. Ora ho finalmente la gioia di poter lavorare con lui. Un gigante. Abbiamo girato una scena nella quale lui canta al pianoforte: eravamo tutti incantati dalla magia della sua voce».

Seguici