Home TvFictionRocío Muñoz Morales a “Un passo dal cielo 5”: «Quanto mi piace fare la mamma»

Rocío Muñoz Morales a “Un passo dal cielo 5”: «Quanto mi piace fare la mamma»

Nella fiction diventare mamma non è stato facile. Il non sentirsi all’altezza, la responsabilità, la fragilità del momento, la depressione post parto hanno spinto Eva a cercare “rifugio” in Spagna, per poi ricomparire nella vita della piccola Carmela e del compagno Vincenzo

Foto: Rocío Muñoz Morales in "Un passo dal cielo 5"

17 Ottobre 2019 | 9:10 di Tiziana Lupi

Nella fiction "Un passo dal cielo 5" diventare mamma non è stato facile. Il non sentirsi all’altezza, la responsabilità, la fragilità del momento, la depressione post parto hanno spinto Eva a cercare “rifugio” in Spagna, per poi ricomparire nella vita della piccola Carmela e del compagno Vincenzo (Enrico Ianniello). Per fortuna, nella realtà per Rocío Muñoz Morales diventare mamma di Luna (tre anni e mezzo) e di Alma (undici mesi), le figlie avute dal compagno Raoul Bova, è stata la gioia più grande.

Rocío, lei da madre avrà compreso quanto successo al suo personaggio.
«È stata presa da un malessere così forte che l’ha spinta a lasciare il compagno e la figlia. Eva mi ha fatto scoprire una parte artistica di me che non conoscevo, mi sento più a mio agio nel dramma che nella commedia. Nelle stagioni precedenti Eva era un personaggio sopra le righe, mentre stavolta si è caricato di dolore. Del resto anche dentro di me c’è una parte malinconica che, però, non mi impedisce di essere positiva».

Vede il bicchiere mezzo pieno?
«Sì. Sono fortunata: ho una famiglia meravigliosa e un lavoro che amo».

Una famiglia che, tuttavia, spesso è al centro del gossip.
«La mia è una vita normale, molto diversa da come viene descritta. Lavoro, faccio la spesa, esco, gioco con le mie figlie e sto con il mio compagno. Non capisco perché debbano inventare tante situazioni. Un giorno scopro dai giornali che Raoul e io ci sposiamo, il giorno dopo leggo che siamo in crisi: cose a cui noi nemmeno pensiamo».

Che madre è Rocío Muñoz Morales?
«Una mamma con poche regole e molto affetto. Voglio che le mie figlie sappiano che devono vivere la loro vita e poter sbagliare, cadere e rialzarsi».

Lei e Raoul siete insieme sul set di "Giustizia per tutti", una fiction che andrà in onda su Canale 5 nel 2020.
«Non posso dire molto, ancora. Interpreto un personaggio nuovo per me, più maturo. Non mi danno più ruoli da ragazzina».

Da febbraio, invece, sarà a teatro con "Sherlock Holmes e i delitti di Jack lo Squartatore".
«Sono Irene Adler, l’unica donna nel mondo di Sherlock Holmes. Abbiamo debuttato a luglio al Festival Teatrale di Borgio Verezzi (SV) e a febbraio parte la tournée».

Milly Carlucci sta lavorando al cast del nuovo "Ballando con le stelle". Lei ne ha condotto la versione spagnola: le piacerebbe partecipare a quella italiana?
«Come concorrente non andrei bene perché non sono competitiva. E come maestra sarei una schiappa (ride)».