Home TvFictionTra poco riaprono i set: ecco le fiction che vedremo e quando

Tra poco riaprono i set: ecco le fiction che vedremo e quando

I set che sono stati chiusi per l’emergenza virus, ma presto riprenderanno le riprese delle serie più amate

Foto: Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale in "L'allieva"

12 Maggio 2020 | 10:13 di Tiziana Lupi

Ancora qualche settimana e, salvo imprevisti, i set delle fiction torneranno ad animarsi dopo lo stop dovuto all’emergenza sanitaria. Erano i primi di marzo quando Raoul Bova, Luca Argentero, Alessandra Mastronardi e tanti altri hanno dovuto interrompere le riprese delle loro serie, spostandone in avanti la messa in onda o, come nel caso di "Doc. Nelle tue mani", spezzandola in due.

Delle otto puntate previste su Raiuno, infatti, ne abbiamo viste solo quattro: «Le restanti, con il finale di stagione, le vedremo nel prossimo autunno» anticipa Argentero. Il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta conferma: «Stiamo cercando, insieme con i produttori, di essere pronti a tornare sui set appena sarà possibile. Nel frattempo abbiamo deciso non solo di confermare la scrittura dei progetti già previsti, ma di investire ancor di più per cercare nuove storie che guardino al futuro».

A proposito di futuro, slitterà con ogni probabilità alla primavera 2021 la messa in onda de "L’allieva 3", nonostante lo stop alle riprese della serie interpretata da Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale sia arrivato quando la lavorazione era già a buon punto.

Per lo stesso periodo era previsto l’arrivo della terza stagione di "I bastardi di Pizzofalcone", che forse potrebbe non ritardare più di tanto. «Ai fan della serie voglio dire: “Aspettateci, torneremo!”» ha twittato il protagonista Alessandro Gassmann subito dopo l’interruzione delle riprese che si stavano svolgendo a Napoli.

Nel capoluogo campano si sono fermati anche altri due set. Il primo è quello di "Mina Settembre", la fiction tratta dal libro “Dodici rose a settembre” di Maurizio de Giovanni e interpretata da Serena Rossi. Le riprese erano iniziate alla fine di gennaio e i napoletani hanno fatto appena in tempo a vedere la Rossi aggirarsi per i Quartieri Spagnoli quando è arrivato lo stop.

L’altro set napoletano chiuso a causa del coronavirus è quello della soap più longeva della tv italiana. Anche "Un posto al sole", infatti, ha dovuto chiudere i battenti. Per continuare a far compagnia al pubblico, in attesa delle nuove puntate la Rai ha deciso di mandare in replica la 16a stagione, trasmessa nel 2012. La stessa scelta è stata fatta anche per "Il paradiso delle signore", sospesa quasi alla fine della seconda stagione. Delle 160 puntate previste sono rimaste da girarne una ventina: l’ultima realizzata, dedicata alla liberazione di Milano nel 1945, l’abbiamo vista il 24 aprile.

L’emergenza non ha risparmiato nemmeno il genio di Leonardo da Vinci, interrompendo le riprese della prima stagione della serie a lui dedicata, intitolata proprio "Leonardo" e interpretata da Aidan Turner. L’arrivo su Raiuno era previsto per la fine del 2020 ma inevitabilmente sarà posticipato.

Stesso destino per "Tutta colpa di Freud - La serie": l’ultima scena prima della chiusura del set è stata girata il 24 febbraio e vedeva Francesco (Claudio Bisio) alle prese (in un flashback) con l’ex moglie Angelica (Magdalena Grochowska). Avremmo dovuto vederla su Canale 5 a fine 2020 ma anche in questo caso l’appuntamento potrebbe slittare.

Così come accadrà per "Buongiorno mamma", la serie interpretata da Raoul Bova. Le riprese sono state interrotte a sei giorni dall’apertura del set. «Speriamo di poter riaprire il più presto possibile altrimenti tra poco non avremo più storie da raccontare al pubblico» si augura il direttore della fiction Mediaset Daniele Cesarano. «Per non parlare della crisi di un settore in cui, dietro ad alcuni volti noti, ci sono migliaia di persone che vivono del loro lavoro e non hanno alcun genere di tutela. Il nostro è un comparto che, se non riprende al più presto, rischia di morire».