Vanessa Incontrada è sul set della nuova fiction “Fosca Innocenti”

L'attrice è un vicequestore nella nuova serie di Canale 5 di cui sono attualmente in corso le riprese per la regia di Fabrizio Costa

Vanessa Incontrada  Credit: © Cristina Di Paolo Antonio
6 Agosto 2021 alle 08:43

Un gallo che tiene attentamente d’occhio le sue galline, un trio di oche che si muovono starnazzando seguite dal germano reale che hanno “adottato” e che si crede uno di loro, due gatti che si stiracchiano pigramente al sole e, soprattutto, un campo di girasoli (piantato per l’occasione due mesi fa) che si stende a perdita d’occhio davanti a uno splendido casolare di campagna.

Un angolo di paradiso, insomma, che Banijay Studios Italy ha scelto come uno dei set di “Fosca Innocenti”, la nuova serie tv che produce per Mediaset e di cui sono attualmente in corso le riprese per la regia di Fabrizio Costa. Ne è protagonista Vanessa Incontrada nei panni, appunto, di Fosca, vicequestore della Questura di Arezzo alla guida di una squadra tutta al femminile con cui affronta (e risolve) i crimini che si verificano nel territorio: una rapina in cui ci scappa il morto o l’uccisione di una donna, storie come quelle che capita di leggere nelle cronache dei giornali di provincia, insomma.

Al fianco della Incontrada c’è Francesco Arca. È Cosimo, l’affascinante proprietario della “Chiantineria”, l’enoteca di fronte alla Questura dove Fosca si reca volentieri a rilassarsi con un buon bicchiere di vino e quattro chiacchiere alla fine della giornata lavorativa, prima di tornare nel casolare di famiglia fuori città in cui abita insieme alla tata di quando era bambina: «Lei e Cosimo sono amici fin da quando erano piccoli ma si intuisce che tra loro c’è qualcosa in più dell’amicizia. Quando nel passato ci sono cose irrisolte, prima o poi rispuntano fuori» dice Arca, alludendo a sviluppi sentimentali che potrebbero verificarsi nel corso delle quattro puntate.

In ogni caso, all’inizio della storia i due sono felicemente single. Lui perché, tutto sommato, sta meglio così: niente relazioni stabili uguale a niente pensieri e, per di più, con la possibilità di trasferirsi a New York per mettere a frutto i suoi studi di enologia. Lei perché degli uomini proprio non riesce a fidarsi, probabilmente a causa di suo padre, un uomo che per lei è stato molto importante, tanto da conservare, ora che non c’è più, il suo studio così come lui lo ha lasciato e considerarlo una sorta di rifugio: «Fosca lo ha amato molto ma, quando la moglie è morta, lui si è buttato in mille storie con tante donne. E questo ha lasciato il segno su sua figlia, che crede ancora nell’amore ma preferisce nascondere i suoi sentimenti» racconta la Incontrada.

Gli occhi che le brillano mentre parla di Fosca Innocenti lasciano intuire che si tratti di una donna che ama molto. E lei conferma: «Finalmente interpreto un personaggio un po’ più leggero, che ha a che fare con le cose normali della vita, quelle che possono accadere a ciascuno di noi. Fosca è una donna forte ma anche un po’ sopra le righe: vive con la tata, guida una Campagnola (un piccolo fuoristrada vintage, ndr), ama gli animali e si rilassa facendo lunghe passeggiate sul suo cavallo Artù. Crede nella legge, e la serve, ma la applica un po’ alla sua maniera. Ed è molto attenta alle persone che ha intorno e a quelle che lavorano con lei». Tra l’altro, non ha figli, quelli che hanno complicato non poco la vita degli ultimi personaggi che l’attrice ha interpretato, tutti alle prese con adolescenti scomparsi o in pericolo: «Niente figli, finalmente!» esclama sorridendo Vanessa, lanciando uno sguardo tenerissimo a Isàl, il figlio tredicenne che l’ha accompagnata sul set.

Poi riprende: «Fosca mi piace perché è una donna completa, con i suoi pregi e i suoi difetti. C’è molto di maschile in lei ma è anche molto femminile, è coraggiosa e non ha paura di affrontare le cose. In lei c’è tanto di me, mi appartiene. È un personaggio su cui sto lavorando in modo diverso da tutti gli altri. Tra l’altro ha anche una caratteristica molto curiosa che mi piace moltissimo: ha una particolare sensibilità per gli odori e questo suo fiuto speciale la aiuta a risolvere i casi».

Come Cosimo per Fosca, anche Francesco Arca ha un debole per Vanessa. Nel loro caso, però, niente amore ma una grande e bella amicizia: «Non è stato facile per me riprendere a lavorare dopo la pandemia e Vanessa mi ha aiutato moltissimo. È una che porge la mano e riesce a capire quando ho un problema anche se io non le ho detto niente». Lei ricambia il complimento: «Noi attori siamo tutti un po’ egocentrici ma Francesco lo è in modo diverso. Lui ha il dono di saper ascoltare e questo lo fa solo chi è molto generoso».

Seguici