Home TvFilm«Black Mass»: la storia vera dell’ultimo gangster

«Black Mass»: la storia vera dell’ultimo gangster

Arriva in prima tv in chiaro l'incredibile film con protagonista Johnny Depp nei panni di un pericoloso criminale. Trama, cast, trailer e le differenze tra realtà e finzione

Foto: Johnny Depp è James "Whitey" Bulger in «Black Mass»  - Credit: © Warner Bros

18 Luglio 2018 | 14:54 di Redazione Sorrisi

«Black Mass - L’ultimo gangster», il film con protagonista Johnny Depp, racconta la vera storia della vita di James "Whitey" Bulger.

Criminale pericoloso, privo di scrupoli e freddo, Bulger è stato uno dei gangster più ricercati dall’FBI e per ben 12 anni secondo solo a Osama bin Laden. Ispirato dal libro scritto da Gerard O’Neill e Dick Lehr, due reporter del Boston Globe, il film si concentra sugli anni principali dell’attività criminale di Bulger nella Boston degli anni ’70. Sfuggito per oltre dieci anni all’FBI, il criminale è stato catturato nel 2011, incriminato per ben 19 omicidi, dichiarato colpevole per 11 di questi, ed è stato condannato a due ergastoli.

Johnny Depp è affiancato, tra gli altri, da Joel Edgerton, Kevin Bacon, Benedict Cumberbatch e Dakota Johnson.

Come spesso accade con i film ispirati a fatti realmente accaduti, la finzione ci mette del suo e non tutto quello che ci viene mostrato corrisponde a realtà. Ecco quindi le differenze tra la storia vera di Whitey Bulger e il film.

Cast

Genere: Thriller
Uscita: 2015
Durata: 123'
Regista: Scott Cooper
Cast: Johnny Depp, Joel Edgerton, Benedict Cumberbatch, Kevin Bacon, Peter Sarsgaard, Dakota Johnson, Adam Scott

Trama

Boston, anno 1970: l'agente dell'FBI John Connolly (Edgerton) persuade il gangster irlandese James "Whitey" Bulger (Depp) a collaborare con l'FBI per eliminare un nemico in comune: la mafia italiana. Il dramma racconta la vera storia dell'alleanza che permise a "Whitey" di eludere l'applicazione della legge, consolidare il potere, e diventare uno dei gangster più spietati e potenti nella storia Boston.

Trailer

Cosa c'è di vero?