Home TvFilm«Delitto in Provenza»: trama e perché vederlo

«Delitto in Provenza»: trama e perché vederlo

Il regista francese Claude Michel Rome dirige questo avvincente giallo del 2016 ambientato in Provenza

23 Agosto 2017 | 11:55 di Giacomo Bernardi

«Delitto in Provenza» è un film giallo del 2016, diretto dal regista francese Claude Michel Rome. Tra gli interpreti spiccano i nomi di noti attori francesi come Astrid Veillon, Isabelle Vitari, Andréa Ferréol, Jérémie Covillault, François Feroleto e Yann Lerat. Il film, pensato appositamente per la tv, ha ottenuto in patria un buon successo di pubblico ed è stato girato negli splendidi paesaggi che circondano Aix en Provence.

TRAMA

Il comandante Anne Giudicelli (Astrid Veillon) si trova ad indagare su un caso particolare e insolito: sopra un cadavere ritrovato nella Cattedrale di San Salvatore viene rinvenuta una pergamena presumibilmente scritta da Nostradamus. L'intraprendente Anne decide così di rivolgersi alla sorella (Isabelle Vitari), esperta nella decifrazione di profezie, con cui ha sempre avuto un rapporto molto burrascoso. Le indagini possono finalmente cominciare, ma nel frattempo altri delitti vengono commessi con le stesse modalità. Si tratta forse di una vera e propria maledizione?

PERCHÉ VEDERLO

Al giallo di Claude Michel Rome non manca proprio niente: il mistero del caso, l'intreccio della trama e l'imprevedibilità della sceneggiatura. «Delitto in Provenza» terrà incollati agli schermi i telespettatori e coinvolgerà emotivamente fin dalla prima scena, grazie anche alla splendida interpretazione delle due protagoniste, Astrid Veillon ed Isabelle Vitari. Il film regala inoltre diverse nozioni interessanti sulle profezie di Nostradamus e scruta da vicino un mondo tanto spaventoso quanto affascinante. Da non perdere.