Home TvFilm«Era d’estate»: trama e trailer del film

«Era d’estate»: trama e trailer del film

Questo film del 2015 porta sul grande schermo un ritratto inedito di Falcone e Borsellino, con protagonisti Massimo Popolizio e Giuseppe Fiorello

Foto: I protagonisti del film  - Credit: © 01 Distribution

29 Maggio 2017 | 15:05 di Marianna Ninni

«Era d’estate», film del 2015, porta al pubblico un ritratto inedito di Falcone e Borsellino e dà voce a una storia nella quale alle testimonianze raccolte attraverso gli incontri con i famigliari dei due giudici si aggiunge una quotidianità sconosciuta e che è frutto della pura immaginazione della regista e sceneggiatrice della pellicola (Fiorella Infascelli).

Nel film Massimo Popolizio interpreta Giovanni Falcone, mentre Giuseppe Fiorello ricopre il ruolo dell’amico e collega Paolo Borsellino. Ai due protagonisti si aggiunge un ricco cast in cui spiccno Valeria Solarino nel ruolo di Francesca Morvillo, Claudia Potenza in quello di Agnese Borsellino, Elvira Cammarone nei panni di Lucia Borsellino, Giovanni D’Aleo in quelli di Manfredi Borsellino e Sofia Langlet nel ruolo di Fiammetta Borsellino, solo per citarne alcuni.

Il film racconta un momento della vita dei due giudici poco noto che prende le mosse da una drammatica scoperta.

La trama

La vicenda di «Era d’estate» si apre all’Asinara nel 1985. Quando i Carabinieri dell’Ucciardone scoprono che i vertici di Cosa Nostra hanno messo a punto un piano per eliminare Falcone, Borsellino e i loro famigliari, le forze dell’ordine decidono di trasferirli immediatamente sull'isola bunker dell’Asinara, per metterli al sicuro. Impossibilitati a lavorare e a proseguire le loro indagini, perché sprovvisti della documentazione necessaria, Falcone e Borsellino si immergono in questa nuova quotidianità, ben isolati dal resto del mondo e controllati a vista dalle guardie. Il periodo di convivenza forzata in un luogo ben diverso dalla loro Palermo incide negativamente sulla serenità di alcunidi loro. A risentirne sono soprattutto Lucia e Manfredi che non riescono ad abituarsi a questa realtà e cercano in tutti i modi di opporsi. In attesa che il ministero fornisca le carte per continuare la stesura dell’ordinanza-sentenza del maxi processo, i due magistrati trascorrono un mese sull’isola tra notti insonni, sorrisi, scherzi, pensieri e preoccupazioni. E proprio nel momento in cui si riesce a recuperare la tanto desiderata serenità, ecco che ai due eroi tocca tornare a Palermo per portare a termine il lavoro e andare incontro al loro tragico destino.

Il trailer

L'idea

L’idea di «Era d’estate» è nata per caso, quando la regista Fiorella Infascelli, in visita presso l’isola dell’Asinara per girare un documentario, si è imbattuta in un isolano che gli ha mostrato la casa sul mare dove hanno vissuto per un certo periodo i due magistrati. Incuriosita da quella vicenda, la regista ha cominciato a fare alcune ricerche e ha così scoperto che i due giudici sono stati ospitati sull’isola per un motivo ben preciso: sfuggire a un attentato organizzato da Cosa Nostra. È nata così l’idea di mostrare al pubblico un ritratto diverso di questi due eroi, raccontando una quotidianità inaspettata, cogliendo gli aspetti più intimi di un’amicizia fatta di sorrisi, battute, condivisioni, preoccupazioni e affetto. La regista raccoglie interviste, incontra i familiari, ascolta le testimonianze di chi ha vissuto quel periodo con loro, ma immagina anche tanto e ricorre alla creatività per raccontare la complicità di due straordinarie personalità italiane che prima di essere magistrati sono stati semplicemente due uomini come tanti altri. Un progetto ambizioso e commovente che si fa testimonianza dell'incredibile amicizia tra questi due personaggi.