Home TvFilm«Il Piccolo Lord»: la trama del film in tv

«Il Piccolo Lord»: la trama del film in tv

Diretto da Jack Gold, il film ha per protagonisti il giovanissimo Ricky Schroder e Alec Guinness

Foto: «Il piccolo Lord», una scena del film

01 Febbraio 2017 | 11:45 di Marianna Ninni

Cosa succede quando un ragazzino povero e dal cuore d’oro scopre di essere il nipote e l’unico ereditiere di un ricco nobile dal cuore di pietra?

È un po’ questa la storia de «Il piccolo Lord», film tv degli anni 80 diretto da Jack Gold e con protagonisti Ricky Schroder, Alec Guinness, Eric Porter e Colin Blakely. Ispirato al romanzo scritto da Frances Hodgson Burnett, da cui furono tratte tre precedenti versioni, una nel 1914, una nel 1921 e una nel 1936, «Il piccolo Lord» racconta il commovente incontro tra due personalità molto diverse tra loro. 


L’universo rigido, fatto di regole ferree, di etichette e comportamenti ben precisi mal si adatta a questo ragazzino che arriva da un quartiere povero di Brooklyn dove, nonostante le difficoltà, tutto era molto più semplice. Ma la dolcezza e la gioia di vivere di Ceddie riusciranno a far breccia nell’animo del ricco nonno, invitandolo a vivere questo rapporto speciale con semplicità e a scoprire i benefici dell’amore.

La trama

Cedric Errol (Rick Schroder) orfano di padre vive con la madre negli Stati Uniti quando, da un giorno all’altro, diventa il solo erede di tutte le proprietà e dei beni del nonno Lord Dorincourt (Alec Guinness), conte di una nobile casata inglese di cui faceva parte, almeno fino a prima di essere ripudiato a causa del suo matrimonio con un donna di bassa estrazione sociale, anche il padre di Ceddie. 

Cedric sarà così costretto a lasciare l’America per trasferirsi in Inghilterra ed essere educato e cresciuto come un Lord inglese.

Il nonno, odioso, arrogante e scostante, accoglie Cedric ma rifiuta in tutti i modi di ospitare nel castello anche la madre del ragazzino, che è così costretta ad alloggiare in un’altra abitazione, lontano dal figlio.

L’immensa bontà del ragazzino, la tenacia e persino la pazienza della mamma del piccolo Cedric saranno tali da trasformare il gelido uomo in una persona nuova.

Le curiosità

  • Si tratta della prima volta in cui il protagonista del film, personaggio che nel racconto è un ragazzino americano, viene interpretato da un attore americano con esperienza e con un vero background americano.
  • Il film è praticamente arrivato in tv 95 anni dopo la pubblicazione del romanzo, che risale al 1885.
  • All’epoca di questo film, il piccolo Ricky Schroder aveva 10 anni, 55 anni in meno rispetto al suo co-protagonista. Il ragazzino ha debuttato a soli nove anni nel film «Il campione» di Franco Zeffirelli, ruolo che gli fece vincere persino un Golden Globe, e in altri film come «L'ultimo viaggio dell'arca di Noè», pellicola che fu un vero flop al botteghino, e la sit-com «Il mio amico Ricky». Oggi l’attore ha 46 anni e si è distinto soprattutto lavorando in televisione. Tra i ruoli più recenti c’è quello di Paul Flowers, infermiere nella serie «Scrubs - Medici ai primi ferri».
  • Questa versione de «Il piccolo Lord» è la prima versione a colori.
  • Sembra che fossero principalmente due le cose che il giovane attore proprio non sopportava: in primo luogo il fastidioso caschetto biondo e anche l’abitino in vellutto con il colletto e i polsini bianchi che gli procuravano un fastidioso prurito. 
  • Il film insieme a «Willie Wonka e la fabbrica di cioccolato» e «Una poltrona per due» è uno dei classici natalizi più ricorrenti nei palinsesti televisivi italiani.

Il trailer del film