Home TvFilm«Illuminate»: 4 docufilm su quattro donne italiane straordinarie

«Illuminate»: 4 docufilm su quattro donne italiane straordinarie

Due grandi scienziate, una stilista e una donna che per 30 anni è stata al centro del mondo dell’arte. Queste sono le grandi italiane a cui è dedicato il ciclo in partenza su Raitre domenica 2 settembre

Foto: Valentina Bellè è Palma Bucarelli in uno degli episodi di «Illuminate»

30 Agosto 2018 | 16:53 di Paolo Fiorelli

Due grandi scienziate, una stilista e una donna che per 30 anni è stata al centro del mondo dell’arte. Queste sono le grandi italiane a cui è dedicato il ciclo «Illuminate», in partenza su Raitre domenica 2 settembre.

Una serie di quattro docufilm in cui si alterneranno interviste, documenti d’archivio e parti di fiction, per ricostruire a tutto tondo la storia delle protagoniste. Francesca Inaudi vestirà i panni dell’astrofisica Margherita Hack, Caterina Guzzanti quelli della neurologa, premio Nobel Rita Levi Montalcini, Carolina Crescentini sarà la stilista Krizia e Valentina Bellè impersonerà Palma Bucarelli, critico e direttrice della Galleria d’arte moderna di Roma per ben 33 anni.

A intervenire nelle interviste, per approfondire l’importanza e l’eredità lasciata da queste figure, ci saranno molti personaggi: Piero Angela, Romano Prodi, Milena Gabanelli, Dante Ferretti, Inge Feltrinelli, Giusi Ferré, Matteo Marzotto, Philippe Daverio, Patrizio Roversi e Lina Sotis.

«È sempre più importante poter raccontare esempi positivi al femminile che hanno lasciato un segno significativo nella nostra storia, affinché questa memoria possa tracciare una direzione per il futuro» dice Gloria Giorgianni, che ha prodotto la serie. E che in proposito ricorda anche quanto dice la scrittrice Dacia Maraini in una delle interviste: «Il ricordo anche delle donne più importanti purtroppo rischia di scomparire,  le vicende di personalità che hanno fatto la storia del Paese tendono a essere dimenticate». Proprio per evitare che ciò succeda,  servono serie “illuminate”. Come questa.