Home TvFilm“Jason Bourne”: trama, trailer e perché vederlo

“Jason Bourne”: trama, trailer e perché vederlo

Matt Damon torna a interpretare il James Bond del 21esimo secolo nel quinto film della saga, diretto da Paul Greengrass

Foto: Matt Damon e Alicia Vikander, protagonisti di «Jason Bourne»

22 Gennaio 2020 | 18:00 di Redazione Sorrisi

Dopo i primi tre film - The Bourne Identity (2002), The Bourne Supremacy (2004) e The Bourne Ultimatum (2007) - e la parentesi con Jeremy Renner - The Bourne Legacy (2012) - Matt Damon torna nel 2016 a interpretare il James Bond del 21esimo secolo in Jason Bourne, quinto film della serie che segna anche il ritorno dietro la macchina da presa di Paul Greengrass.

L'ex agente più letale della CIA, addestrato come un assassino da una misteriosa organizzazione criminale e trasformato in una vera e propria macchina da guerra, si è defilato da tempo, ma torna in azione quando viene contattato da Nicky Parsons, interpretata da Julia Stiles. La Parsons gli comunica l'esistenza di una realtà molto pericolosa, responsabile di aver attivato un nuovo programma in grado di trasformare soldati semplici in spietati assassini, attraverso un training brutale che annulla i ricordi e le loro identità personali.

Ad affiancare Matt Damon in questo quinto film della saga di Bourne ci sono Tommy Lee Jones, Alicia Vikander, Vincent Cassell, Riz Ahmed, Ato Essandoh, Scott Shepherd e Julia Stiles.

Trama

Dopo aver ottenuto vendetta e aver recuperato la sua vera identità, Bourne si è defilato ed è scomparso per sempre, in cerca di pace e serenità. Ma qualcosa sembra tormentarlo e l'ex agente non riesce a dormire sogni tranquilli. Quando viene attivato un nuovo programma, messo a punto da una struttura misteriosa più potente e intricata, Bourne esce ancora una volta allo scoperto e viene contattato e coinvolto in una nuova indagine contro il crimine. L'obiettivo dell'organizzazione mira a sfruttare terrorismo, tecnologia e insurrezione per portare a termine il folle piano finale. Convinti nel ritorno di Bourne, a cui hanno promesso l'arma più avanzata che sia mai stata progettata, i nuovi cattivi sono spiazzati quando capiscono che l'agente ha ben altre intenzioni e si mette di nuovo in pista per difendere gli innocenti.

Trailer

Le location

Da Beirut ad Atene, da Roma a Reykjavik, da Berlino a Las Vegas: Jason Bourne fa fare allo spettatore il giro del mondo per rendere la storia più avvincente e affrontare con attenzione tematiche come la sicurezza, la politica e le ragioni economiche. Molte scene, ambientate ad Atene o Beirut, sono in realtà state girate a Tenerife, location dal look molto mediterraneo. La produzione si è poi spostata a Londra dove ha ricostruito all'interno di un teatro di posa alcune delle principali stanze e uffici della sede della CIA di Langley. Tra le altre location del film ci sono anche Washington D.C., con alcune scene girate presso il Constitution Gardens, luogo magnifico con una splendida vista sul monumento di Washington, e a Las Vegas dove si svolge anche l'inseguimento in macchina che ha richiesto circa cinque settimane di riprese e con una sequenza che ha coinvolto circa 170 auto.

Perché vederlo

Adrenaliniche scene d'azione, sequenze complesse, inseguimenti mozzafiato: Jason Bourn promette di intrattenere lo spettatore grazie al perfetto mix di narrazione, montaggio e regia che ha caratterizzato fin dall'inizio la complessa struttura della saga. A distanza di 10 anni dalla scomparsa dell'agente, Bourne si trova ad affrontare una sfida nuova in una storia attuale e moderna. Il nuovo Jason Bourne affronta questioni come la sicurezza dello Stato, della privacy e dell'equilibrio mondiale costantemente minacciato dalle azioni criminali di chi sfrutta la tecnologia per scatenare una vera e propria guerra informatica. Il risultato è un thriller politico e psicologico dove all'attualità si affianca la personale continua ricerca della verità da parte del protagonista. Per alzare la posta in gioco, il regista rende la nuova storia più intensa mettendo il protagonista di fronte alle abilità di Heather Lee, hacker dalle straordinarie capacità, interpretata da Alicia Vikander, e al pericoloso killer della Cia, interpretato da Vincent Cassell. Il film è avvincente, sfrutta i diversi dilemmi personali dei personaggi e gioca abilmente con tutti i tipici elementi del genere, mettendo in piedi un capitolo coinvolgente e credibile.