Home TvFilm«The Judge»: trama, trailer e perché vederlo

«The Judge»: trama, trailer e perché vederlo

Nel film di David Dobkin, Robert Downey Jr interpreta Hank Palmer, avvocato viscido e senza scrupoli che difende delinquenti di ogni genere

Foto: Robert Downey Jr. e Robert Duvall  - Credit: © Warner Bros.

09 Maggio 2017 | 13:08 di Marianna Ninni

In «The Judge» di David Dobkin, Robert Downey Jr. interpreta Hank Palmer, avvocato viscido e senza scrupoli che difende delinquenti di ogni genere nella città di Chicago. Originario di una piccola cittadina di provincia, ha lasciato i luoghi in cui è nato e cresciuto per allontanarsi dalla famiglia, ma soprattutto dal padre, con cui aveva un rapporto conflittuale.  L'unica a cui si sente legato è la madre e quando la donna muore, l'avvocato è costretto a fare ritorno Carlinville e fare i conti con padre, fratelli, vecchi rancori, problemi mai realmente risolti e con un'accusa di omicidio che pende proprio sulla testa del padre, noto giudice della cittadina dell'Indiana.

A completare il cast, insieme a Robert Downey Jr., ci sono lo straordinario Robert Duvall nel ruolo del giudice intransigente, Vincent D'Onofrio e Vera Farmiga, vecchia conoscenza e amore di Hank ai tempi del liceo.

La trama

Dopo aver abbandonato la piccola cittadina nativa di Carlinville, Hank si è trasferito a Chicago per dedicarsi alla sua carriera di avvocato. Una scelta personale fatta con coscienza e che gli ha permesso di mettere fine ai complicati rapporti con i suoi famigliari, in particolar modo con il padre, famoso giudice, conosciuto e stimato da tutti. Quando Hank torna a casa per il funerale di sua mamma, l'avvocato non si trova solo a fare i conti con il suo passato, ma deve persino fare una scelta importante: decidere se trattenersi, come gli ha chiesto uno dei suoi fratelli, per difendere suo padre e dimostrare la sua innocenza o lasciar perdere tutto e tornare alla vita lussuosa di sempre.

Il trailer

Perché vederlo

Ambientato all'interno di un tribunale, «The Judge» non è certo il solito film sulla legge o sulla giustizia. Dietro questo dramma c'è molto di più, c'è il rapporto complicato tra un padre e un figlio che non hanno mai legato e si trovano a dover chiudere coi drammi del passato per ricominciare insieme. Vecchi rancori riaffiorano nella mente di Hank, fuggito da quei luoghi per troncare i rapporti con tutti: con il fratello maggiore Glenn, interpretato da Vincent D'Onofrio, con il fratello più piccolo e anche con Sam, fiamma adolescenziale che ha poi sposato suo fratello. Al centro di «The Judge» c'è anche la famiglia con il suo carico di emozioni, continue liti e questioni aperte e mai risolte. Il film si sviluppa quindi su un doppio piano, intrecciando alla vicenda giudiziaria quella personale, intrattenendo lo spettatore attraverso colpi di scena, situazioni imprevedibili e dialoghi ben scritti. Unica pecca? Una storia un po' troppo articolata che non ha poi il giusto tempo per approfondire e analizzare tutte le linee narrative secondarie del film, creando un po' di confusione nello spettatore. Straordinari tutti gli interpreti, a cominciare da Robert Downey Jr. e Robert Duvall.