Home TvFilm“Jurassic World: Il regno distrutto”: trama, cast e trailer

“Jurassic World: Il regno distrutto”: trama, cast e trailer

È arrivato nelle sale italiane nel 2018 il quinto film del franchise di Jurassic Park, sequel di "Jurassic World" del 2015. Ecco cosa dovreste sapere sul film

06 Ottobre 2020 | 11:23 di Giulia Ausani

"Jurassic World: il regno distrutto", sequel del 2018 di "Jurassic World" e quinto film del franchise di Jurassic Park. Diretto da J. A. Bayona, il film è ambientato tre anni dopo gli eventi di "Jurassic World" e ha di nuovo per protagonisti Chris Pratt e Bryce Dallas Howard.

Owen e Claire tornano a Isla Nublar, stavolta per salvare i dinosauri da un'imminente catastrofe naturale. Non sanno però che qualcuno vuole usarli per fare soldi, creando un nuovo ibrido da sfruttare nell'industria bellica.

La trama

Sono passati tre anni dalla devastazione del parco a tema di Jurassic World. Gli esseri umani hanno abbandonato Isla Nublar, ormai popolata unicamente dai dinosauri che un tempo erano l'attrazione principale del parco. L'esistenza degli esseri preistorici è però minacciata dal vulcano dell'isola, e per questo Claire Dearing (Bryce Dallas Howard) viene assoldata per una missione di salvataggio nella quale coinvolge anche Owen (Chris Pratt), incaricato di trovare Blue, la velociraptor che lui aveva allevato.

Non sanno però di essere stati ingannati: Eli Mills (Rafe Spall), responsabile dell'operazione e assistente dell'ex-socio di John Hammond (il celebre creatore del primo Jurassic Park), non vuole salvare i dinosauri ma venderli al miglior offerente. Non solo: è riuscito a prelevare dei campioni di DNA dell'Indominous Rex per creare un nuovo dinosauro, un'arma letale che potrebbe cambiare per sempre l'industria bellica.

Il cast

Tornano a indossare i panni del reicercatore comportamentale Owen Grady e della genetista Claire Endearing Chris Pratt (che abbiamo visto di recente in «Avengers: Infinity War») e Bryce Dallas Howard. All'inizio del film scopriamo che la loro storia d'amore, iniziata nel primo «Jurassic World», non è finita troppo bene e i due si sono lasciati.

Tra le new entry del cast troviamo innanzitutto i colleghi di Claire: la paleoveterinaria Zia Rodriguez è interpretata da Daniella Pineda, mentre l'esperto informatico Franklin Webb è interpretato da Justice Smith. I due aiuteranno Claire e Owen a salvare i dinosauri da Isla Nublar.

Il mandante dell'operazione è l'anziano Benjamin Lockwood (James Cromwell), che in passato ha lavorato con John Hammond per la clonazione dei dinosauri e che ora spera di salvarli e condurli su un'isola-rifugio. Ad aiutarlo c'è il suo assistente personale, Eli (Rafe Spall), che all'insaputa del suo capo vuole rivendere i dinosauri e ha creato un nuovo ibrido da impiegare nell'industria bellica. A scoprire per prima la verità è la piccola Maisie (Isabella Sermon), nipote di Lockwood.

Nel film vediamo brevemente anche Jeff Goldblum nei panni dell'iconico Ian Malcolm, presente nei primi due film della saga originale.

Il trailer

Un blockbuster a tinte horror

Senza tanti giri di parole, va detto che siamo ancora bel lontani dalla carica suggestiva del primo, indimenticabile "Jurassic Park". "Jurassic World: Il regno distrutto" è più che altro un film d'azione, con gli eventi ben suddivisi in tre segmenti narrativi: prima il salvataggio dei dinosauri, poi la fuga da Isla Nublar e infine lo scontro con il nuovo, temibile ibrido dinosauro - l'Indoraptor - nella tenuta Lockwood.

Proprio quest'ultimo segmento permette al regista J. A. Bayona di sfruttare al meglio l'aspetto suspense, dando al film dei toni più horror (decisamente in linea con lo stile di Bayona, regista di "The orphanage"): l'azione si svolge tutta tra le quattro mura della tenuta Lockwood, cosa che richiama un po' le atmosfere inquietanti e claustrofobiche dei film sulle case stregate, e in generale Bayona gestisce bene il ritmo della narrazione, condendo il tutto con una colonna sonora che amplifica l'ansia e la suspense.