“Pinocchio di Guillermo Del Toro”: la rivisitazione del classico di Collodi

Dopo una distribuzione limitata al cinema, il film d'animazione in stop-motion approda su Netflix dal 9 dicembre

Pinocchio di Guillermo del Toro
10 Novembre 2022 alle 12:01

Si puo' vedere su

Il 2022 è l’anno del burattino di Carlo Collodi, visto che dopo il film con Tom Hanks (su Disney+), è il momento di "Pinocchio di Guillermo Del Toro": la pellicola del regista premio Oscar (per "La forma dell’acqua") verrà distribuita prima in sala in alcuni cinema selezionati il 4 dicembre e sarà disponibile su Netflix dal 9 dicembre.

Si tratta di una rivisitazione particolare della storia classica che racconta del burattino di legno che diventa un bambino vero per rendere felice Geppetto, il falegname che gli fa da padre. Si tratta di un film di animazione particolare, frutto del lavoro di Del Toro e di Mark Gustafson, artista riconosciuto proprio della tecnica stop-motion utilizzata che ha lavorato per tanti titoli di genere come "Le avventure di Mark Twain", "Ritorno a Oz" e "Fantastic Mr. Fox" di Wes Anderson.

Il trailer

La trama

In questa versione di "Pinocchio", il burattino di legno che prende magicamente vita per riscaldare il cuore di Geppetto, intagliatore in lutto, ne segue le spericolate e indisciplinate avventure nella sua ricerca di un posto nel mondo.

Il cast “vocale”

Nella versione originale, il film punta anche sulle voci (e le interpretazioni) di star di Hollywood come Ewan McGregor nei panni del Grillo Parlante, David Bradley in quelli di Geppetto, Finn Wolfhard di “Stranger Things” (Lucignolo), Cate Blanchett (Sprezzatura), John Turturro (Mastro Ciliegia), Ron Perlman (il Podestà), Tim Blake Nelson, Burn Gorman, Christoph Waltz (Conte Volpe) e Tilda Swinton (Fata). Con loro c’è anche l’esordiente Gregory Mann che presta la voce a Pinocchio.

Seguici